zen

s.m. invar. scuola religiosa buddhista originaria della cina e poi diffusasi in giappone; attraverso una pratica contemplativa i suoi adepti mirano a cogliere l'identità dell'essere in ogni cosa ed esperienza, anche la più umile agg. invar. relativo allo zen: culto , arte zen.

zend

vedi zendo

leggi

zendado

meno com. zendale , s.m. (ant. , poet.) (1) tessuto leggerissimo di seta; velo pregiato: venne avolta in un leggier zendado (ariosto o. f. vii, 28) (2) velo o scialle con cui le donne si coprivano la testa e le spalle (3) scialle veneziano, ampio e nero, con lunghe frange. 

leggi

zendo

o zend, s.m. denominazione, attualmente in disuso, della lingua avestica. 

leggi

zenismo

s.m. il movimento religioso, culturale e artistico ispirato allo zen. 

leggi

zenista

agg. e s.m. e f. [pl. m. -sti] che, chi appartiene allo zenismo. 

leggi

zenit

s.m. invar. (astr.) il punto della volta celeste perpendicolare al luogo in cui si trova l'osservatore. 

leggi

zenitale

agg. (astr.) dello zenit, relativo allo zenit; distanza zenitale , distanza angolare dallo zenit; stella zenitale , stella che passa allo zenit; telescopio zenitale , usato per osservare zone vicine allo zenit. 

leggi

zenzero

s.m.  (1) pianta aromatica originaria delle regioni tropicali dell'asia, dal cui rizoma si ricava una droga piccante (fam. zingiberacee) | la droga stessa (2) (tosc.) peperoncino rosso. 

leggi

zenziglio

s.m. tipo di tabacco italiano da fiuto. 

leggi

Sitemap