zinia

vedi zinnia.

zinale

non com. zinnale, s.m.  (1) (region.) lungo grembiule con pettorina, usato dagli artigiani o dalle donne per i lavori domestici (2) drappo con cui, in teatro, si nascondono i vuoti della scena. 

leggi

zincaggio

s.m. (chim.) metodo di separazione dell'argento dal piombo, consistente nell'aggiungere al piombo fuso una piccola quantità di zinco che trascina l'argento in superficie. 

leggi

zincare

v. tr. [io zinco (o zinco), tu zinchi (o zinchi) ecc.] ricoprire con uno strato di zinco: zincare una lamiera di ferro.  

leggi

zincato

part. pass. di zincare agg. ricoperto di zinco: ferro zincato s.m. (chim.) composto che si ottiene sottoponendo l'ossido di zinco all'azione di un alcali. 

leggi

zincatore

s.m. operaio, tecnico addetto alla zincatura. 

leggi

zincatura

s.f.  (1) operazione consistente nel ricoprire oggetti di ferro o di acciaio con uno strato di zinco a scopo protettivo (2) lo strato di zinco che ricopre tali oggetti. 

leggi

zincite

s.f. (min.) ossido di zinco, che si presenta in masse granulari rosso scuro o rosso arancio, sfruttato per l'estrazione dello zinco. 

leggi

zinco

s.m. elemento chimico di simbolo zn; è un metallo bianco azzurrognolo, usato per fabbricare lastre di rivestimento od oggetti d'uso, nella ricopertura di altri metalli a scopo protettivo e nella produzione di ottoni, bronzi e altre leghe. 

leggi

zincografia

s.f.  (1) (tip.) procedimento chimico mediante il quale si ricavano, da fotografie e disegni, matrici incise su lastre di zinco (2) il laboratorio o il reparto della tipografia dove si fanno tali matrici. 

leggi

zincografico

agg. [pl. m. -ci] relativo alla zincografia: processo zincografico | ottenuto per mezzo della zincografia: riproduzione zincografica.  

leggi

Sitemap