ziro

s.m. (region.) sorta di grosso orcio per contenere olio o altri liquidi.

zirbo

s.m. (rar.) omento | (estens.) pancia. 

leggi

zirconato

s.m. (chim.) ognuno dei sali dello zirconio, che si ottengono scaldando ad alta temperatura una miscela costituita da ossido di zirconio e dall'ossido o idrossido di un metallo monovalente o bivalente. 

leggi

zircone

s.m. (min.) silicato di zirconio, incolore o variamente colorato, usato come pietra semipreziosa. 

leggi

zirconio

s.m. elemento chimico di simbolo zr; metallo bianco argenteo, duro, poco fusibile, ha proprietà simili a quelle dell'acciaio inossidabile ed è usato soprattutto per leghe e per materiali refrattari. 

leggi

zirlare

v. intr. [aus. avere] (1) detto del tordo, emettere uno zirlo o degli zirli | (estens.) detto dei cacciatori, imitare per richiamo il verso del tordo (2) (estens.) emettere un verso acuto simile a quello del tordo, detto di pulcini, topi e altri animali. 

leggi

zirlo

s.m. il verso acuto caratteristico del tordo. 

leggi

Sitemap