accattare

v. tr.

1.  cercare a qualunque costo di ottenere qualcosa; raggranellare in qualche modo; elemosinare, mendicare: accattare soldi ; accattare la protezione di qualcuno ; accattare notizie qua e là | prendere a prestito, copiare: accattare idee , parole altrui

2.  (assol.) chiedere l'elemosina | (ant.) chiedere prestiti

3.  (ant.) ottenere, ricevere

4.  (dial.) trovare; comperare.

accattabrighe

s.m. e f. invar. (non com.) attaccabrighe | «l'accattabrighe» , titolo di un giornale milanese del tempo della polemica romantica (inizio sec. xix). 

leggi

accattafieno

s.m. invar. (agr.) macchina che raccoglie e ammucchia il fieno. 

leggi

accattapane

s.m. e f. invar. (non com.) accattone, mendicante. 

leggi

accattatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi accatta. 

leggi

accattivante

part. pres. di accattivare agg. che mira a ottenere benevolenza, stima, simpatia, o che riesce a ottenerle: un sorriso, un atteggiamento accattivante § accattivantemente avv. (non com.). 

leggi

accattivare

v. tr. guadagnare, conquistare per merito o con arte l'affetto, la stima altrui (sempre con la particella pron.; più com. di cattivarsi): accattivarsi le simpatie di qualcuno.  

leggi

accatto

s.m.  (1) l'accattare; elemosina, questua: vivere d'accatto | d'accatto , (fig.) preso da altri, di seconda mano: idee d'accatto  (2) nel medioevo, prestito pubblico forzoso. 

leggi

accattonaggio

s.m. pratica di chi vive accattando, elemosinando. 

leggi

accattone

s.m. [f. -a] chi pratica l'accattonaggio; chi vive di elemosine. 

leggi

accattoneria

s.f. (non com.) accattonaggio. 

leggi

Sitemap