accennare

v. tr. e intr. [io accénno ecc. ; aus. dell'intr. avere]

1.  indicare, far capire con cenni: accennare di sì col capo ; mi accennò di attendere | accennare le carte , nei giochi con le carte, far capire al compagno quali carte si hanno in mano

2.  trattare, esporre in modo sommario; toccare di sfuggita, dire in breve: accennare un progetto ; accennare a un argomento

3.  alludere, riferirsi a: a chi accennavi con quel discorso?

4.  compiere l'atto di voler fare qualcosa: accennare uno schiaffo ; accennò di voler uscire

5.  abbozzare, delineare: accennare un disegno , uno schizzo | accennare un motivo musicale , eseguirne le prime note

6.  dar segno di: la pioggia non accenna a smettere.

riaccennare

v. tr. e intr. [io riaccénno ecc. ; aus. dell'intr. avere] accennare di nuovo: mi pregò di riaccennargli gli aspetti principali del problema ; riaccennare a una vecchia questione.  

leggi

pochette

s.f. invar.  (1) borsetta femminile da portare in mano (2) (mus.) piccolo strumento ad arco derivato dalla ribeca, un tempo usato dai maestri di danza per accennare i motivi che accompagnavano i balli. 

leggi

accenno

s.m.  (1) l'accennare qualcosa brevemente; cenno, allusione; avvertimento: fare un accenno a qualcosa  (2) lieve indizio, traccia: non vi era alcun accenno di miglioramento.  

leggi

Sitemap