accentramento

s.m.

1.  l'accentrare, l'accentrarsi

2.  (dir.) sistema amministrativo per il quale le decisioni rilevanti sono riservate agli organi centrali, mentre gli organi periferici e locali funzionano da strumenti esecutivi.

partitocrazia

s.f. accentramento del potere politico reale negli organi dirigenti dei partiti a scapito del parlamento e del governo. 

leggi

accentrare

v. tr. [io accèntro ecc.] (1) radunare insieme in un luogo, concentrare: accentrare gli uffici nella sede principale  (2) (fig.) riunire nelle proprie mani, avocare a sé: il presidente vuole accentrare tutte le attività | riunire i poteri nelle mani di un singolo o di gruppi ristretti (3) (fig.) attirare su di sé: accentrare gli sguardi , l'attenzione | accentrarsi v. rifl. radunarsi, concentrarsi (anche fig.): nelle oligarchie il potere si accentra nelle mani di pochi.  

leggi

accentratore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi accentra: sistema accentratore ; nel lavoro è un vero accentratore.  

leggi

Sitemap