accertamento

s.m.

1.  l'accertare; verifica, controllo

2.  negozio di accertamento , (dir.) negozio con il quale si accerta la situazione giuridica esistente tra le parti per eliminare ogni eventuale controversia | accertamento d'imposta , determinazione da parte dell'autorità finanziaria dell'ammontare dell'imposta a carico del contribuente | accertamenti (sanitari), controlli medici effettuati per legge su persone che debbano svolgere particolari tipi di lavoro; nell'uso corrente, serie di analisi e controlli clinici eseguiti a scopo diagnostico: ricoverarsi per accertamenti.

peritale

agg. (dir.) proprio di un perito o di una perizia: accertamento peritale.  

leggi

sierodiagnosi

s.f. (med.) accertamento diagnostico di malattie infettive, basato sulla identificazione dei relativi anticorpi; anche, l'identificazione di microrganismi attraverso la loro reazione con anticorpi nati. 

leggi

schiascopia

s.f. (med.) accertamento delle caratteristiche di rifrazione dell'occhio, eseguito mediante l'illuminazione del fondo oculare e l'osservazione delle ombre proiettate sul medesimo dai margini del foro pupillare. 

leggi

clearance

s.f. invar. (med.) tecnica di accertamento della funzionalità renale volta a definire il volume di plasma o di sangue che il rene è in grado di depurare nell'unità di tempo. 

leggi

accertabile

agg. che si può accertare. 

leggi

accertabilità

s.f. possibilità di essere accertato, verificato: accertabilità di una notizia ; accertabilità dei redditi.  

leggi

accertare

v. tr. [io accèrto ecc.] (1) verificare, controllare, riconoscere come certo: accertare l'esattezza di una notizia ; un dato rigorosamente accertato  (2) rendere certo qualcuno di qualcosa; assicurare: ti accerto che non ho mentito | accertarsi v. rifl. rendersi certo, assicurarsi, convincersi: accertarsi della realtà dei fatti.  

leggi

accertatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi accerta. 

leggi

Sitemap