accidia

s.f.

1.  avversione all'operare unita a tedio; indolenza, pigrizia, inerzia

2.  (teol.) l'indolenza nell'operare il bene, che costituisce uno dei sette peccati capitali.

accidioso

agg.  (1) che pecca di accidia | (estens.) pigro, indolente, inoperoso | anche s.m. [f. -a]: gli accidiosi dell'inferno dantesco  (2) triste, tetro; tedioso, uggioso: pensieri accidiosi § accidiosamente avv.  

leggi

accidempoli

inter. (fam.) eufemismo per accidenti.  

leggi

accidentaccio

inter. (fam.) forma intensiva di accidenti.  

leggi

accidentale

agg.  (1) dovuto al caso; fortuito: circostanza , errore accidentale  (2) (filos.) non essenziale, accessorio: qualità accidentali  (3) (dir.) si dice di elemento non essenziale al negozio giuridico (4) carico accidentale , nelle costruzioni, carico non permanente § accidentalmente avv.  

leggi

accidentalità

s.f.  (1) l'essere accidentale; casualità: l'accidentalità di un fatto , di una disgrazia  (2) l'essere accidentato, spec. di un terreno, di un percorso. 

leggi

accidentato

agg.  (1) (non com.) colpito da una paralisi (2) irregolare, pieno di ostacoli, disuguale: terreno accidentato  (3) pieno di imprevisti, di difficoltà: un viaggio accidentato.  

leggi

accidente

s.m.  (1) ciò che capita per caso; avvenimento imprevisto e gener. spiacevole: gli accidenti della vita | accidente di mare , incidente di navigazione | per accidente , per caso (2) (med.) manifestazione morbosa improvvisa; complicazione | (fam.) colpo apoplettico; malanno: mandare un accidente a qualcuno ; gli venisse , gli prendesse un accidente!  (3) (fig. fam.) persona molto vivace: quel bambino è un accidente | persona irrequieta e fastidiosa: quell'accidente fa un baccano...

leggi

accidenti

inter. espressione di meraviglia, ira, dispetto, rabbia: accidenti! ho fatto tardi; accidenti a te!.  

leggi

acciderba

inter. (fam.) eufemismo per accidenti.  

leggi

accidiosaggine

s.f. (non com.) l'essere accidioso. 

leggi

Sitemap