acconsentire

v. intr. [io acconsènto ecc. ; aus. avere]

1.  dare il consenso, consentire, assentire; aderire: acconsentire con un cenno ; acconsentire a una richiesta | prov. : chi tace acconsente , chi non rifiuta apertamente, mostra di accettare

2.  (fig. non com.) di cose, sopportare elasticamente una sollecitazione esterna, una pressione o una trazione: la molla non acconsente al peso | v. tr. (mar.) filare un cavo troppo teso per evitarne la rottura.

acconsenziente

part. pres. di acconsentire e agg. nei sign. del verbo. 

leggi

acquiescere

v. intr. [io acquièsco , tu acquièsci ecc. ; aus. avere] (1) (lett.) trovare pace (2) (non com.) non opporsi, acconsentire tacitamente. 

leggi

ricusare

lett. recusare, v. tr. non accettare, rifiutare; non acconsentire a far qualcosa: ricusare un regalo ; ricusare di partire | ricusare un giudice , (dir.) effettuarne la ricusazione | v. intr. [aus. avere] (mar.) detto di vento, scarseggiare, non consentire la manovra della vela | detto di nave, non riuscire a virare perché il vento è dalla parte contraria | ricusarsi v. rifl. rifiutarsi, non acconsentire: si ricusò di presentarsi.  

leggi

acconsentimento

s.m. (non com.) l'acconsentire; consenso. 

leggi

Sitemap