accrescere

v. tr. [coniugato come crescere] rendere maggiore di quantità o di numero; ampliare, aumentare: accrescere il patrimonio | v. intr. [aus. essere], accrescersi v. rifl. aumentare, ingrandirsi.

centuplicare

v. tr. [io centùplico , tu centùplichi ecc.] (1) moltiplicare per cento; rendere cento volte maggiore (2) (iperb.) accrescere grandemente: centuplicare le forze.  

leggi

avvalorare

v. tr. [io avvalóro ecc.] dare, accrescere valore o forza; comprovare: i documenti avvalorano la sua tesi | avvalorarsi v. rifl. acquistare valore, rinforzarsi. 

leggi

cosmesi

s.f. arte e tecnica volta a conservare e ad accrescere la freschezza e bellezza del corpo per mezzo di preparati e di cure specifiche: istituto di cosmesi , istituto di bellezza. 

leggi

amplificatore

s.m. (fis.) dispositivo atto ad accrescere il valore di una grandezza fisica | in partic., dispositivo che amplifica il segnale acustico in apparecchi per la riproduzione del suono (registratori, televisori, giradischi, sintonizzatori). 

leggi

aggrandire

v. tr. [io aggrandisco , tu aggrandisci ecc.] (non com.) ingrandire, accrescere (anche fig.) | v. intr. [aus. essere], aggrandirsi v. rifl. (non com.) diventare più grande, crescere. 

leggi

accrescimento

s.m.  (1) l'accrescere, l'accrescersi; incremento, aumento (2) (biol.) aumento nel tempo delle dimensioni di un organismo | ormone dell'accrescimento , ormone somatotropo (3) (min.) graduale aumento delle dimensioni di un cristallo per lenta e ordinata sovrapposizione di particelle (4) (dir.) aumento della quota spettante a un coerede, condonatario o collegatario, per mancato rilevamento della quota da parte di altro erede, donatario o legatario. 

leggi

accrescitivo

agg. che accresce, che ha capacità di accrescere s.m. (gramm.) forma alterata di un sostantivo o di un aggettivo, che esprime un'idea di grande, maggiore del normale o anche di importante, di miglior qualità si otteniene mediante aggiunta del suffisso (detto appunto 'accrescitivo') -one per il m., -ona per il f. (p. e. libro / librone , casa / casona , professore / professorone), a volte anche con cambiamento di genere (p. e. la stanza / lo stanzone) | falso accrescitivo...

leggi

accrescitore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi accresce. 

leggi

Sitemap