acetile

s.m. (chim.) radicale dell'acido acetico.

acetilene

s.m. (chim.) idrocarburo gassoso, incolore, appartenente alla classe degli alchini, che brucia con fiamma luminosa; serve come combustibile per la saldatura autogena e per l'illuminazione: lampada ad acetilene.  

leggi

acetilenico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) dell'acetilene | serie acetilenica , serie di idrocarburi alifatici o alchinici, insaturi per un triplo legame fra due atomi di carbonio. 

leggi

acetilazione

s.f. (chim.) introduzione di uno o più radicali acetile in un composto organico. 

leggi

acetil-

primo elemento di nomi composti della terminologia chimica, che indica il radicale acetile.  

leggi

acetilare

v. tr. (chim.) sottoporre ad acetilazione: composto acetilato.  

leggi

acetilato

s.m. [a-ce-ti-là-to] (chim.) composto organico che ha subito un processo di acetilazione. 

leggi

acetilcellulosa

s.f. (chim.) estere acetico della cellulosa (detto anche acetato di cellulosa); viene usato per la fabbricazione di fibre artificiali, vernici, pellicole. 

leggi

acetilcolina

s.f. (med.) sostanza che viene liberata dalle cellule nervose e che consente la trasmissione dell'impulso nervoso tra una cellula e l'altra. 

leggi

acetilico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) che deriva da acetile; composto di acetile. 

leggi

acetilsalicilico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice dell'acido risultante dalla reazione dell'anidride acetica con l'acido salicilico, usato in farmacia, con il nome commerciale di aspirina ®, come analgesico, antinfiammatorio e antifebbrile. 

leggi

Sitemap