addominale

agg. (anat.) dell'addome: muscoli addominali.

laparoscopia

s.f. (med.) esplorazione della cavità addominale mediante il laparoscopio. 

leggi

laparocele

s.f. (med.) ernia addominale prodotta dal cedimento di una cicatrice laparotomica. 

leggi

laparoscopio

s.m. (med.) strumento a sonda usato per esplorare la cavità addominale attraverso una piccola incisione. 

leggi

laparotomia

o laparatomia, s.f. (med.) apertura chirurgica della cavità addominale praticata a scopo diagnostico o terapeutico. 

leggi

epigastrio

s.m. (anat.) regione addominale situata al di sopra dell'ombelico e corrispondente all'incirca allo stomaco. 

leggi

celiaco

agg. [pl. m. -ci] (1) (anat.) addominale: plesso celiaco , plesso solare; tronco celiaco , tronco arterioso che si origina dall'aorta addominale e si suddivide in tre rami (2) morbo celiaco , (med.) celiachia, sprue. 

leggi

limulo

s.m. (zool.) artropode marino, lungo fino a 60 cm, con corpo coperto da uno scudo e l'ultimo segmento addominale aculeato. 

leggi

balordone

s.m.  (1) (vet.) malattia addominale degli equini, che determina la paralisi e poi la morte dell'animale (2) (region.) colpo apoplettico; capogiro. 

leggi

interiora

s.f. pl. gli intestini e gli altri organi contenuti nelle cavità toracica e addominale degli animali: le interiora del pollo.  

leggi

omento

s.m. (anat.) parte del peritoneo che, dopo avere avvolto la massa gastrointestinale (piccolo omento), scende a guisa di grembiule nella parte anteriore della cavità addominale (grande omento). 

leggi

incubare

v. tr. [io incùbo o, alla latina, io ìncubo ecc.] (1) (zool.) provvedere all'incubazione: il maschio del cavalluccio marino incuba le uova in una tasca addominale  (2) (med.) avere, tenere in incubazione. 

leggi

Sitemap