adesivo

agg. che aderisce, che attacca; che serve a far aderire: nastro adesivo ; pasta adesiva s.m.

1.  sostanza che ha la proprietà di tenere saldamente unite due superfici in contatto

2.  autoadesivo.

mastice

s.m.  (1) resina prodotta dal terebinto e dal lentisco, a base di oli essenziali e acidi aromatici; è usata come masticatorio, adesivo e nella preparazione di vernici (2) prodotto di varia composizione, pastoso, adesivo e di rapida essiccazione; è usato per saldare fra loro oggetti di materiale diverso o per otturare fessure, fori ecc. 

leggi

cerotto

ant. cerottolo [ce-ròt-to-lo], s.m.  (1) striscia di tela con un lato adesivo che serve a fissare bende o garze di medicazione | garzetta sterile o medicata fissata a un sottile supporto adesivo, da applicare su piccole ferite. dim. cerottino accr. cerottone  (2) (fig. scherz.) persona noiosa o malaticcia (3) (ant.) impiastro, unguento. 

leggi

adescabile

agg. che può essere adescato. 

leggi

adescamento

s.m.  (1) l'adescare; allettamento (2) (dir.) reato commesso da chi, in pubblico, invita ad atti sessuali, spec. mercenari (3) (tecn.) operazione preliminare di riempimento di pompe o sifoni con acqua o altri liquidi. 

leggi

adescare

v. tr. [io adésco , tu adéschi ecc.] (1) (non com.) attirare con l'esca: adescare i pesci  (2) (fig.) attirare qualcuno con lusinghe; allettare: lo adescò con vaghe promesse | commettere il reato di adescamento (3) (tecn.) riempire un impianto idraulico (p. e. pompa, sifone) per metterlo in funzione. 

leggi

adescatore

s.m. [f. -trice] chi adesca. 

leggi

adesione

s.f.  (1) l'aderire (2) (fig.) consenso, partecipazione: dare la propria adesione a un'iniziativa | contratto per adesione , (dir.) in cui le condizioni sono determinate unilateralmente da una parte, e l'altra può solo accettarle in blocco o respingerle (3) (fis.) mutua attrazione fra le particelle di corpi posti a contatto. 

leggi

adesività

s.f. l'essere adesivo. 

leggi

adespoto

non com. adespota , agg.  (1) (rar.) che non ha padrone (2) (filol.) si dice di manoscritto o edizione a stampa di un testo dei quali sia ignoto l'autore; anonimo. 

leggi

adesso

avv.  (1) in questo momento, al presente, ora: adesso vengo ; l'ho visto adesso ; e adesso che facciamo? | per adesso , per il momento | da adesso in poi , d'ora in poi, per il futuro | fino adesso , finora | adesso adesso , proprio in questo momento (2) poco fa, or ora: ho mangiato proprio adesso ; sono stato adesso da loro  (3) fra poco: parto adesso  (4) adesso che , ora che (introduce prop. temporali-causali, con verbo all'indic.): adesso che lo sai, règolati!.  

leggi

Sitemap