aduggiare

o auggiare, v. tr. [io adùggio ecc.] (lett.)

1.  nuocere con la propria ombra (anche fig.): io fui radice de la mala pianta / che la terra cristiana tutta aduggia (dante purg. xx, 43-44) | (assol.) fare ombra

2.  (fig.) inaridire, danneggiare; rattristare | aduggiarsi v. rifl. (lett.) inaridirsi | (fig.) intristirsi.

pollone

s.m.  (1) germoglio che si sviluppa dal rizoma o dal tronco di una pianta (2) (estens. lett.) rampollo, discendente: salve, o pollone de la mista razza / che dee la terra cristiana aduggiare (carducci). 

leggi

aduggiamento

s.m. (ant.) ombra nociva; uggia (anche fig.). 

leggi

Sitemap