averla

meno com. avelia, pop. verla o velia, s.f. uccello di medie dimensioni, con dorso rosso-bruno, petto bianco-rossiccio, testa e groppa cenerine, coda nera, becco forte e ricurvo (ord. passeriformi).

acceppare

v. tr. [io accéppo ecc.] (mar.) mettere il ceppo all'ancora dopo averla salpata. 

leggi

avere

v. tr. [pres. io ho (con la o aperta; rar. io ò ; poet. io àggio), tu hai (rar. ài), egli ha (rar. à ; poet. egli ave o have), noi abbiamo (ant. avémo), voi avéte , essi hanno (rar. ànno); pass. rem. io èbbi (ant. èi), tu avésti , egli èbbe , noi avémmo (ant. o region. èbbimo), voi avéste , essi èbbero (ant. èbbono); fut. io avrò (ant. averò o arò) ecc. ; condiz. io avrèi (ant. averèi o arèi o avria) ecc. ; congiunt. pres. io àbbia (poet. àggia)..., noi...

leggi

Sitemap