celebre

agg. [superl. celeberrimo] che gode di grande fama, molto noto: un celebre poeta ; una località celebre.

celebret

s.m. invar. (eccl.) la lettera di presentazione con la quale un vescovo autorizza un sacerdote a celebrare la messa fuori della sua diocesi. 

leggi

cecubo

s.m. vino rosso del lazio, celebre nell'antichità. 

leggi

ibleo

agg. (lett.) dell'antica città siciliana di ibla, celebre per l'abbondanza di fiori: miele ibleo.  

leggi

rodio

agg. dell'antica rodi, isola greca nel mar egeo | scuola rodia , celebre scuola di oratoria dell'antichità. 

leggi

esopico

agg. [pl. m. -ci] di esopo, celebre favolista greco (sec. vi a. c.): favole esopiche , di esopo e dei suoi imitatori. 

leggi

capopopolo

s.m. e f. [pl. m. capipopolo ; f. invar.] chi è a capo del popolo, spec. durante sommosse: masaniello fu un celebre capopopolo napoletano.  

leggi

celebrante

part. pres. di celebrare e agg. nei sign. del v. s.m. il sacerdote che celebra la messa o un'altra cerimonia religiosa. 

leggi

celebrare

v. tr. [io cèlebro ecc.] (1) commemorare, festeggiare solennemente: celebrare un anniversario , la vittoria  (2) (estens.) officiare secondo il rito: celebrare la messa , le nozze | compiere un atto giuridico secondo la procedura: celebrare un processo  (3) (fig.) esaltare, glorificare: celebrare le gesta di un eroe.  

leggi

celebrativo

agg. che ha il fine di celebrare: cerimonia celebrativa | francobollo celebrativo , emesso nel giorno in cui si celebra un avvenimento. 

leggi

celebrato

part. pass. di celebrare agg. nei sign. del verbo | (lett.) celebre, famoso: uno scrittore celebrato.  

leggi

celebratore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi celebra, glorifica. 

leggi

celebrazione

s.f. il celebrare, l'essere celebrato: la celebrazione di un matrimonio , di una ricorrenza.  

leggi

celebrità

s.f.  (1) l'essere celebre; notorietà, fama: pervenire alla celebrità  (2) persona celebre: essere una celebrità.  

leggi

Sitemap