centrato

part. pass. di centrare agg.

1.  colpito nel segno: obiettivo , bersaglio centrato | assestato nel punto voluto; ben collocato, pertinente: un pugno ben centrato ; un'osservazione centrata

2.  fissato nel centro; ben equilibrato | (fis.) si dice di sistema ottico a lenti sferiche i cui centri stiano tutti su una stessa retta.

centratore

s.m. (mecc.) strumento per misurare le eccentricità di un pezzo in lavorazione al tornio. 

leggi

centrare

v. tr. [io cèntro o céntro ecc.] (1) colpire nel centro: centrare il bersaglio  (2) mettere, fissare nel centro; equilibrare: centrare una ruota | centrare un'immagine , un soggetto , (foto.) inquadrarli nel centro del mirino (3) nel gioco del calcio, inviare verso l'asse longitudinale del campo; traversare, crossare (4) (fig.) cogliere con precisione: centrare un problema ; centrare un personaggio , interpretarlo bene, detto di attore. 

leggi

centrafricano

o centroafricano, centro africano, agg. dell'africa centrale. 

leggi

centraggio

s.m. (tecn.) esatta equilibratura di un organo rotante; centratura. 

leggi

centrale

agg.  (1) del centro, che riguarda il centro; situato nel centro; centralizzato: parte , punto centrale ; il negozio è in una strada centrale ; servizio centrale ; riscaldamento centrale , quello che serve tutti gli appartamenti di un edificio (2) (geog.) si dice della parte mediana di un territorio: america , italia centrale  (3) (fig.) principale, fondamentale: il tema centrale di un'opera ; la sede centrale della banca ; stazione centrale ; potere , governo centrale ,...

leggi

centralina

s.f.  (1) piccola centrale periferica (elettrica, telefonica o telegrafica) che serve un settore della zona coperta da una centrale principale (2) apparecchiatura in cui sono stati centralizzati dispositivi per l'alimentazione, il funzionamento o la sicurezza di macchine: centralina di pompaggio ; centralina per il condizionamento dell'aria.  

leggi

centralinista

s.m. e f. [pl. m. -sti] persona addetta a un centralino telefonico. 

leggi

centralino

s.m. piccola centrale telefonica usata per smistare su linee interne le chiamate provenienti da una o più linee esterne, o viceversa. 

leggi

centralismo

s.m. metodo di governo o di amministrazione in cui le funzioni più importanti sono esercitate dagli organi del potere centrale | centralismo democratico , nel linguaggio politico e con riferimento ai partiti comunisti, principio mirante a contemperare la libertà del dibattito e la partecipazione della base con la necessità di una linea politica unitaria. 

leggi

centralista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) sostenitore del centralismo, spec. politico (2) chi lavora in una centrale elettrica. 

leggi

centralità

s.f.  (1) l'essere centrale (2) posizione politica di centro. 

leggi

centralizzare

v. tr.  (1) accentrare, fare dipendere qualcosa da un'autorità o da un organo centrale | (assol.) seguire una politica ispirata al centralismo (2) riunire, unificare in un solo centro operativo o di comando vari dispositivi o funzioni: centralizzare i servizi , il riscaldamento ; chiusura centralizzata delle porte.  

leggi

Sitemap