decollo

s.m.

1.  (aer.) manovra del decollare: fase di decollo

2.  (fig.) inizio di un funzionamento pieno, di un felice processo di sviluppo: il decollo di un'azienda , dell'economia di un paese.

eliporto

s.m. campo di decollo e di atterraggio per elicotteri. 

leggi

idroaerogiro

s.m. (aer.) aerogiro munito di strutture per l'ammaraggio e il decollo da specchi d'acqua. 

leggi

portaelicotteri

s.f. invar. nave da guerra attrezzata per il trasporto, il decollo e l'atterraggio di elicotteri destinati alla caccia dei sommergibili e a operazioni di sbarco | usato anche come agg. : nave portaelicotteri.  

leggi

imbardata

s.f. (aer.) rotazione di un aeroplano intorno al proprio asse verticale, che può avvenire durante il rullaggio, il decollo o l'atterraggio | (estens.) movimento analogo di un autoveicolo. 

leggi

motoaliante

s.m. aliante fornito di un piccolo motore ausiliario che ne consente il volo orizzontale in assenza di correnti ascensionali e talvolta anche il decollo autonomo. 

leggi

decollare

v. intr. [io decòllo ecc. ; aus. avere , non com. essere] (1) (aer.) prendere il volo staccandosi dal suolo o dall'acqua: l'aereo ha decollato  (2) (fig.) avviarsi a funzionare bene, a pieno ritmo: un paese in cui l'industria del turismo sta decollando.  

leggi

decollaggio

s.m. (non com.) decollo. 

leggi

decollare

v. tr. [io decòllo ecc.] (non com.) tagliare la testa; decapitare. 

leggi

decollazione

s.f.  (1) (non com.) decapitazione (2) in pittura e in scultura, rappresentazione della decapitazione di san giovanni battista: la decollazione del caravaggio.  

leggi

Sitemap