decorato

part. pass. di decorare agg. abbellito da decorazioni agg. e s.m. [f. -a] che, chi è stato insignito di una decorazione.

decoratore

s.m. [f. -trice] (1) artigiano che fa lavori di decorazione: decoratore in legno , oro , ceramica  (2) chi per mestiere provvede all'addobbo di sale, chiese ecc. agg. che fa lavori di decorazione: ebanista decoratore.  

leggi

borchiato

agg. fissato o decorato con borchie. 

leggi

falerato

agg. ornato, decorato di falere: scudo falerato.  

leggi

policromato

part. pass. di policromare agg. decorato in policromia; policromo. 

leggi

lacunare

s.m. riquadro decorato del soffitto: soffitto rinascimentale a lacunari.  

leggi

baccellato

agg. che è decorato con elementi a forma di baccelli: una modanatura baccellata.  

leggi

mesero

o mezzero [méz-ze-ro] o mezzaro, s.m. grande scialle, decorato a fiori, indossato un tempo dalle donne liguri. 

leggi

missorio

s.m. (archeol.) in epoca tardo-romana e bizantina, piatto da mensa riccamente decorato che veniva donato in particolari solennità dall'imperatore o da persone illustri. 

leggi

pulvino

s.m. (arch.) elemento della colonna a forma di piramide tronca rovesciata, in genere decorato con motivi animali o vegetali, tra il capitello e l'imposta dell'arco; è tipico dello stile bizantino. 

leggi

bulla

s.f.  (1) (ant.) bolla (2) presso gli antichi romani, ciondolo decorato di forma tondeggiante, che i bambini portavano appeso al collo come segno della loro età e come portafortuna. 

leggi

pagliaccetto

s.m.  (1) dim. di pagliaccio  (2) indumento intimo femminile con mutandine e corpetto uniti, decorato per lo più con volant, nastrini ecc. | indumento analogo per bambini piccoli. 

leggi

decorare

v. tr. [io decòro ecc.] (1) abbellire con ornamenti, con fregi: decorare un lenzuolo con ricami  (2) insignire qualcuno di una decorazione: decorare al valor civile , militare.  

leggi

decorativismo

s.m. in un'opera d'arte, preminenza degli elementi decorativi. 

leggi

decorativo

agg.  (1) che serve ad abbellire, a ornare: elemento decorativo | arti decorative , le arti applicate (ceramica, ebanisteria, oreficeria ecc.), a cui è attribuita una funzione ornamentale (2) che rivela gusto ornamentale; che è accattivante all'aspetto, ma povero nella sostanza: un'opera , una prosa decorativa | (iron.) si dice di persona che per la sua importanza o il suo aspetto serve a dar lustro a un ambiente, una festa, una riunione ecc. § decorativamente avv.  

leggi

decorazione

s.f.  (1) il decorare: eseguire la decorazione di un soffitto | ciò che decora: un palazzo pieno di decorazioni  (2) onorificenza conferita come riconoscimento di meriti militari o civili. 

leggi

decornare

v. tr. [io decòrno ecc.] (vet.) asportare le corna ai bovini giovani. 

leggi

decornazione

s.f. (vet.) l'operazione del decornare. 

leggi

decoro

s.m.  (1) dignità nell'aspetto, nel comportamento, nei modi: vivere , vestire con decoro  (2) il sentimento della propria dignità: un trattamento che offende il nostro decoro  (3) (fig.) onore, gloria, lustro: essere il decoro della famiglia  (4) ornamento; bellezza: le piante danno decoro alla casa | motivo pittorico ornamentale di stoviglie, piastrelle e altri manufatti di ceramica; decorazione (5) (ant.) forma appropriata, conveniente: il decoro della lingua.  

leggi

decoroso

agg. conforme, conveniente al decoro; decente, dignitoso: uno stipendio , un appartamento decoroso § decorosamente avv.  

leggi

decorrenza

s.f. il decorrere; il termine da cui qualcosa incomincia ad avere effetto: una nomina con decorrenza dal primo del mese.  

leggi

Sitemap