deduzione

s.f.

1.  (filos.) ragionamento per il quale da determinate premesse si ricavano conclusioni logicamente necessarie; verità o giudizio cui si arriva attraverso questo procedimento | nell'uso com., l'atto di desumere, di arguire; ciò che si desume, si arguisce: deduzioni arbitrarie

2.  detrazione, defalco, sottrazione | diminuzione dell'imponibile.

apodissi

s.f. (filos.) in aristotele, dimostrazione logica di una conclusione mediante deduzione da premesse certamente vere. 

leggi

teorema

s.m. [pl. -mi] in matematica e in logica matematica, ogni proposizione che sia dimostrabile per deduzione da altre proposizioni precedentemente dimostrate o assunte come vere (assiomi o postulati). 

leggi

illazione

s.f.  (1) il trarre da alcune premesse una conseguenza logica (2) convinzione o giudizio ricavato per deduzione da alcune premesse | giudizio gratuito, privo di fondamento: le tue non sono che illazioni.  

leggi

Sitemap