defezionare

v. intr. [io defezióno ecc. ; aus. avere]

1.  abbandonare un gruppo, un'organizzazione a cui si aderiva: defezionare dal proprio partito

2.  (non com.) mancare di parola: defezionare da una promessa.

defezione

s.f.  (1) il defezionare, il venir meno: defezione di voti | assenza, rinuncia: la cerimonia ha registrato molte defezioni  (2) (ant.) mancanza, privazione. 

leggi

defezionista

agg. e s.m. e f. [pl. m. -sti] (non com.) che, chi compie una defezione. 

leggi

Sitemap