degenerazione

s.f.

1.  il degenerare, l'essere degenerato: la degenerazione dei costumi

2.  (biol.) alterazione della normale composizione delle cellule, dei tessuti, degli organi.

arteriosclerosi

s.f. (med.) degenerazione e indurimento delle pareti delle arterie, frequente nell'età avanzata. 

leggi

desertificazione

s.f. (geog.) progressiva trasformazione di un terreno fertile in deserto per degenerazione climatica e geologica. 

leggi

anaplasia

s.f. (med.) stato delle cellule che hanno perso le loro caratteristiche specifiche assumendo un aspetto indifferenziato e atipico; è caratteristico della degenerazione tumorale maligna. 

leggi

otosclerosi

s.f. (med.) malattia dell'orecchio caratterizzata da perdita di movimento della catena degli ossicini e progressiva degenerazione del labirinto; è causa di sordità totale. 

leggi

ialino

agg. (lett.) che ha l'aspetto e la trasparenza del vetro | (min.) si dice di una struttura di rocce eruttive la cui massa si è solidificata prima di cristallizzare (p. e. l'ossidiana) | quarzo ialino , (min.) cristallo di rocca | cartilagine ialina , (anat.) quella in cui la sostanza fondamentale è compatta, traslucida (p. e. le cartilagini costali) | degenerazione ialina , (med.) degenerazione per cui i tessuti assumono aspetto vetroso. 

leggi

marciume

s.m.  (1) parte marcia di qualcosa; insieme di cose marce; materia marcia (2) (bot.) degenerazione e imputridimento di tessuti vegetali provocata da funghi o da batteri (3) (fig.) corruzione morale: il marciume della società.  

leggi

degenerare

v. intr. [io degènero ecc. ; aus. avere o essere] (1) cambiare in peggio: la bronchite è degenerata in polmonite ; la discussione ha degenerato in una rissa  (2) tralignare, allontanarsi dalle qualità e dai valori positivi della propria famiglia o della propria stirpe (3) (biol.) essere colpito da degenerazione | v. tr. (non com.) rendere peggiore; snaturare. 

leggi

degenerativo

agg. (med.) proprio della degenerazione: processo degenerativo.  

leggi

degenerato

part. pass. di degenerare e agg. nei sign. del verbo agg. e s.m. [f. -a] che, chi è di abitudini immorali. 

leggi

degenere

agg. che degenera; che non ha le buone qualità degli antenati o dei predecessori: figlio , re degenere.  

leggi

Sitemap