degrado

s.m. deterioramento, decadimento, rovina: degrado edilizio , ambientale , ecologico.

appestare

v. tr. [io appèsto ecc.] (1) infettare di peste (2) (estens.) riempire di cattivo odore, ammorbare (3) (fig.) condurre al degrado morale. 

leggi

degradare

v. tr.  (1) infliggere la pena della degradazione (2) (fig.) umiliare, avvilire, rendere abietto: i vizi degradano l'uomo  (3) (geol. , fis. , chim.) provocare una degradazione | v. intr. [aus. avere] (non com.) digradare | degradarsi v. rifl. abbrutirsi, avvilirsi | v. rifl.  (4) (geol. , fis. , chim.) subire una degradazione (5) subire un degrado: il patrimonio edilizio si va lentamente degradando.  

leggi

degradabile

agg. (chim.) che può subire una degradazione, una decomposizione. 

leggi

degradamento

s.m. il degradare, il degradarsi; degradazione. 

leggi

degradante

part. pres. di degradare agg. che degrada (spec. fig.): un'azione degradante.  

leggi

degradato

part. pass. di degradare e agg. nei sign. del verbo s.m. chi ha subìto la pena della degradazione § degradatamente avv. (rar.) diminuendo grado a grado. 

leggi

degradazione

s.f.  (1) pena militare consistente nella privazione del grado (2) (fig.) stato di profondo avvilimento e abiezione morale: ridursi agli estremi della degradazione  (3) (geol.) demolizione delle rocce a opera degli agenti atmosferici (4) degradazione (dell'energia) , (fis.) passaggio da una forma superiore di energia a una forma inferiore (p. e. da energia elettrica a energia termica); passaggio di energia termica da temperatura più elevata a temperatura più bassa; anche, il...

leggi

Sitemap