deiscenza

s.f. (bot.) proprietà di alcuni organi vegetali (spec. frutti) di aprirsi spontaneamente per lasciare uscire il contenuto.

poricida

agg. [pl. m. -i] (bot.) detto della deiscenza di alcuni frutti a capsula che espellono i semi mediante l'apertura di pori; anche, di capsula che presenta tale deiscenza (p. e. quella del papavero e della bocca di leone). 

leggi

treto

s.m. (bot.) frutto secco la cui deiscenza avviene attraverso pori situati sotto il pistillo o per opercoli laterali (p. e. papavero). 

leggi

Sitemap