delirare

v. intr. [aus. avere]

1.  (med. , psich.) avere il delirio, essere in stato di delirio

2.  (estens.) dire o fare cose insensate, irragionevoli: delirare d'amore | entusiasmarsi eccessivamente, in modo fanatico: i fans deliravano per il loro idolo

3.  (ant. , lett.) allontanarsi, deviare dalla norma, dalla regola: perché tanto delira /... lo 'ngegno tuo da quel che sòle? (dante inf. xi, 76-77).

delirante

part. pres. di delirare agg.  (1) (med. , psich.) che presenta i tratti del delirio: febbre delirante ; convinzioni deliranti  (2) (estens.) privo di misura, esuberante, sfrenato, parossistico: un'immaginazione , una passione delirante ' del tutto irragionevole, assurdo: discorsi deliranti ; è delirante avanzare simili pretese!.  

leggi

delirio

ant. deliro, s.m.  (1) (med.) alterazione dello stato di coscienza, con allucinazioni e agitazione motoria, conseguenza di febbre acuta o di altri fattori (alcolismo, danni cerebrali ecc.): avere il delirio ; un accesso di delirio | (psich.) stato di coscienza caratterizzato da convinzioni erronee e illogiche, che riflettono un distacco dal senso comune e dalla realtà è tipico della schizofrenia: delirio lucido , confuso , allucinatorio ; delirio di gelosia , di persecuzione , di morte ;...

leggi

delirium tremens

loc. sost. m. invar. (med.) crisi psicofisica caratterizzata da tremito e allucinazioni, che colpisce gli alcolizzati cronici. 

leggi

deliro

agg. (ant. , lett.) delirante, in preda a delirio. 

leggi

deliro

vedi delirio

leggi

Sitemap