deporto

s.m. operazione di borsa con cui un ribassista, mediante il pagamento di una somma (detta anch'essa deporto), ottiene di prorogare la consegna di titoli venduti a termine.

deportare

v. tr. [io depòrto ecc.] (1) assoggettare alla pena della deportazione (2) (ant.) trasportare. 

leggi

deportante

part. pres. di deportare agg. (fis.) che genera una forza opposta alla portanza; che riduce la portanza: alettone deportante , il dispositivo che incrementa l'aderenza al suolo delle automobili da corsa; effetto deportante , quello prodotto dagli alettoni e dagli spoiler delle automobili veloci, oppure quello prodotto dagli alettoni alzati di un aeromobile. 

leggi

deportanza

s.f. (fis.) forza che agisce in senso contrario alla portanza | diminuzione della portanza. 

leggi

deportare

v. intr. generare una deportanza. 

leggi

deportato

part. pass. di deportare agg. e s.m. [f. -a] che, chi ha subìto la deportazione. 

leggi

deportazione

s.f.  (1) (dir.) trasferimento d'autorità di un condannato lontano dal territorio d'origine; è una sanzione istituita in età romana e ripresa dagli stati europei che possedevano colonie d'oltremare (2) durante la seconda guerra mondiale, trasferimento di prigionieri in campi di concentramento. 

leggi

Sitemap