deputato

part. pass. di deputare agg. nei sign. del verbo: l'orecchio è l'organo deputato all'udito | luoghi deputati , nel teatro medievale e rinascimentale, strutture di legno o tela destinate a suggerire i vari luoghi dell'azione; per estens., scenari, schemi fissi entro i quali ricorrono situazioni, azioni determinate: i luoghi deputati del romanzo d'avventura s.m.

1.  [f. -a] chi ha ricevuto l'incarico di adempiere a un compito determinato

2.  [f. -a , ma si preferisce usare il m. anche in riferimento a donne; la forma -essa è iron. o scherz.] ciascuno dei rappresentanti eletti dai cittadini al ramo del parlamento detto appunto camera dei deputati.

eurodeputato

s.m. [f. -a] nell'uso giornalistico, deputato eletto nel parlamento europeo. 

leggi

linfocito

s.m. (anat.) particolare tipo di leucocita deputato alla produzione di anticorpi. 

leggi

deputare

v. tr. [io dèputo ecc.] (1) incaricare, delegare, designare: fu deputato a rappresentare la cittadinanza  (2) (ant. , lett.) destinare, riservare, assegnare. 

leggi

montagnardo

s.m. durante la rivoluzione francese, deputato appartenente all'ala estremista dei giacobini, chiamata la montagna perché nelle assemblee sedeva nella parte più alta della sala. 

leggi

ineleggibile

lett. ineligibile , agg.  (1) non eleggibile, che non possiede i requisiti necessari per essere eletto: ineleggibile alla carica di deputato  (2) (lett.) che non può essere scelto, preferito: soluzione ineleggibile.  

leggi

deputazione

s.f.  (1) il deputare, l'essere deputato; l'incarico affidato (2) commissione di persone deputate ad adempiere a un compito determinato; delegazione | deputazione di storia patria , associazione che intende promuovere la ricerca storica in ambito locale, regionale o provinciale | deputazione di borsa , organo di controllo e vigilanza della borsa valori. 

leggi

Sitemap