derivabile

agg. che si può derivare | funzione derivabile , (mat.) che ammette almeno una derivata.

metile

s.m. (chim.) radicale monovalente derivabile dal metano per sottrazione di un atomo di idrogeno. 

leggi

completezza

s.f.  (1) l'essere completo (2) in logica matematica, proprietà di un sistema formale tale che ogni sua asserzione valida sia derivabile come teorema. 

leggi

metilene

s.m. (chim.) radicale bivalente derivabile dal metano per sottrazione di due atomi di idrogeno ' blu di metilene , colorante organico azotato e solforato, usato anche come blando antisettico. 

leggi

deriva

s.f.  (1) corrente marina lenta e superficiale prodotta da venti di direzione costante | andare alla deriva , lasciarsi trascinare dalla corrente; (fig.) abbandonarsi, subire passivamente gli eventi | (chiglia , lama di) deriva , (mar.) tavola o lama metallica fissa o mobile applicabile verticalmente sul fondo di imbarcazioni per aumentare la stabilità trasversale (2) spostamento di un corpo immerso in una massa fluida in movimento; in partic., spostamento laterale della rotta di un...

leggi

derivabilità

s.f. l'essere derivabile. 

leggi

derivamento

s.m. (rar.) derivazione. 

leggi

derivare

v. intr. [aus. essere] (1) avere origine, principio; provenire (anche fig.): il tevere deriva dal monte fumaiolo ; derivare da famiglia nobile ; l'italiano deriva dal latino  (2) risultare come conseguenza; essere causato, prodotto: la saggezza deriva dall'esperienza | v. tr.  (3) far discendere, far provenire; trarre, ricavare (anche fig.): derivare un canale d'irrigazione da un fiume ; da cosa derivi le tue convinzioni?  (4) (mat.) calcolare una derivata: derivare una...

leggi

derivare

v. intr. [aus. essere] (1) (mar.) andare alla deriva (2) (aer.) avanzare spostandosi lateralmente rispetto alla rotta fissata. 

leggi

derivata

s.f. (mat.) limite a cui tende il rapporto fra l'incremento di una funzione e l'incremento attribuito alla sua variabile indipendente quando quest'ultimo tende a zero. 

leggi

derivativo

agg.  (1) derivato; che è dovuto a derivazione (2) che produce derivazione. 

leggi

derivato

part. pass. di derivare agg. che deriva da qualcosa s.m.  (1) (ling.) vocabolo che deriva da un altro: i derivati di un verbo  (2) (chim.) sostanza ricavata da un'altra: i derivati del petrolio.  

leggi

derivatore

agg. e s.m. [f. -trice] si dice di ciò che deriva, che serve a derivare: (canale) derivatore , per derivare le acque. 

leggi

derivazione

s.f.  (1) il derivare, l'essere derivato (2) (ling.) processo di formazione di una parola nuova da un'altra già esistente, mediante suffissi o prefissi (p. e. drogheria da droga ; preavviso da avviso ; imbrigliare da briglia) (3) in idraulica, prelievo da un bacino naturale o artificiale di acque da utilizzare per la produzione di energia elettrica, per irrigazione ecc.; l'impianto stesso necessario al prelievo (4) (elettr.) elemento di circuito elettrico disposto in...

leggi

Sitemap