destinatario

s.m. [f. -a] la persona cui è destinato qualcosa: il destinatario di una lettera | (ling.) in un atto comunicativo, il ricevente del messaggio | (dir.) persona cui si indirizza una norma.

promissario

s.m. (dir.) chi è destinatario di una promessa unilaterale. 

leggi

legatario

s.m. [f. -a] (dir.) il destinatario di un legato. 

leggi

cessionario

s.m. [f. -a] (dir.) il destinatario di una cessione: cessionario di un appalto , di un credito | usato anche come agg. : creditore cessionario.  

leggi

segnatasse

s.m. invar. francobollo che gli uffici postali applicano sulla corrispondenza non sufficientemente affrancata, per l'importo doppio di quello mancante, che il destinatario deve pagare al momento del ritiro. 

leggi

raccomandata

s.f. lettera o plico che le poste registrano contro pagamento di una speciale tassa, rilasciandone ricevuta al mittente e assicurandone l'inoltro al destinatario; anche, la forma di spedizione postale che avviene in questo modo: fare una raccomandata ; inviare , spedire una lettera per raccomandata | raccomandata con avviso di ricevimento (o raccomandata a. r.), per la quale il destinatario firmerà ricevuta che sarà rispedita al mittente. 

leggi

mailbox

s.f. invar. area di memoria su un mail server, dove si raccolgono i messaggi in attesa che il destinatario li prelevi per la lettura; casella di posta elettronica. 

leggi

fuorisacco

o fuori sacco, s.m. invar. corrispondenza che viene tenuta fuori dal sacco postale per essere recapitata più rapidamente al destinatario | anche come agg. invar. : plico fuorisacco.  

leggi

Sitemap