destro

agg.

1.  si dice di ciò che nel corpo umano è dalla parte opposta a quella del cuore; si dice anche di tutto ciò che, rispetto a una persona, si trova nel lato o nella direzione corrispondente: mano destra ; occhio destro ; il lato destro della strada , giudicato rispetto al verso di marcia; la riva destra del fiume , quella a destra di chi volge le spalle alla sorgente

2.  che possiede destrezza; abile, svelto, pronto: un individuo destro di mano

3.  (ant.) retto, diritto: quel sol che mi mostrava il camin destro (petrarca canz. cccvi, 1) | propizio, favorevole: ch'è bel morir mentre la vita è destra (petrarca canz. lxxxvi, 4) s.m.

4.  opportunità, occasione: offrire , fornire , cogliere il destro di fare qualcosa , per fare qualcosa

5.  nel pugilato, colpo portato col pugno destro

6.  (non com.) chi appartiene a un partito di destra | (scherz.) conservatore § destramente avv. con destrezza, abilmente.

destrocardia

s.f. (med.) anomalia di posizione del cuore, leggermente spostato a sinistra e con la punta rivolta a destra. 

leggi

destrocherio

s.m.  (1) braccialetto che anticamente veniva portato al braccio destro (2) (arald.) braccio destro che muove dal fianco sinistro dello scudo. 

leggi

destrogiro

agg.  (1) destrorso; rivolto verso destra (2) (fis. , chim.) si dice di composto otticamente attivo che ruota il piano di polarizzazione della luce verso destra. 

leggi

destroide

agg. e s.m. e f. (scherz.) che, chi in politica propende per la destra. 

leggi

destrorso

agg.  (1) che va da sinistra a destra: scrittura destrorsa , dessiografia (2) che gira nel senso delle lancette dell'orologio: elica , vite destrorsa agg. e s.m. [f. -a] (scherz.) che, chi in politica ha simpatie per la destra. 

leggi

destrosio

rar. destroso , s.m. (chim) glucosio. 

leggi

enantiomorfismo

s.m. (scient.) rapporto tra due enti geometrici o fisici di cui uno si possa considerare come l'immagine speculare dell'altro (p. e. il piede destro e il sinistro). 

leggi

destr

inter. abbreviazione di destr(o) o destr(a) , usata nei comandi ginnici e militari: fianco destr! ; fronte a destr!.  

leggi

destra

s.f.  (1) la mano destra: stringere , dare la destra  (2) la parte che è dal lato della mano destra: voltare a destra ; alla mia , alla tua destra , dalla parte destra rispetto a me, a te; dare , cedere la destra , far camminare qualcuno alla propria destra in segno di rispetto; tenere la destra , nella circolazione stradale, procedere, mantenersi nella parte destra della strada (3) l'insieme dei partiti conservatori, i cui deputati tradizionalmente siedono in parlamento alla destra...

leggi

destreggiamento

s.m. (rar.) il destreggiarsi. 

leggi

destreggiare

v. intr. [io destréggio ecc. ; aus. avere] (lett.) destreggiarsi v. rifl. procedere con destrezza, in modo da evitare ostacoli, rischi ecc.; barcamenarsi, sapersela cavare: destreggiarsi nel traffico , nella vita.  

leggi

destrezza

s.f.  (1) agilità, abilità: guidare con destrezza ; esercizi di destrezza ; destrezza di mano | furto con destrezza , (dir.) borseggio (2) (fig.) prontezza e accortezza nel pensare e nel decidere: uscire da una difficile situazione con grande destrezza.  

leggi

destriero

poet. destriere , s.m. (lett.) cavallo di buona razza, di bell'aspetto. 

leggi

destrimano

agg. e s.m. [f. -a] che, chi usa prevalentemente la mano destra. 

leggi

destrina

s.f. (chim.) sostanza ottenuta per parziale idrolisi dell'amido, impiegata per apprettare i tessuti, per preparare colle, nell'industria farmaceutica ecc. 

leggi

destrismo

s.m.  (1) il normale prevalere, nell'organismo umano, delle funzioni della mano destra su quelle della sinistra; l'essere destrimano (2) il tendere politicamente a destra. 

leggi

Sitemap