detratto

part. pass. di detrarre e agg. nei sign. del verbo.

detrattore

s.m. [f. -trice] (1) chi calunnia, diffama, denigra: confutare i propri detrattori  (2) (ant.) chi sottrae, porta via. 

leggi

detrattorio

agg. (non com.) che tende a detrarre; denigratorio. 

leggi

detrazione

s.f.  (1) il detrarre, l'essere detratto; ciò che viene detratto | diminuzione dell'imposta (2) (non com.) calunnia, diffamazione. 

leggi

tratto

part. pass. di trarre agg. tirato fuori; estratto, detratto ' a spada tratta , con la spada sguainata; (fig.) risolutamente, fermamente, in maniera decisa: difendere qualcuno a spada tratta.  

leggi

scontato

part. pass. di scontare agg.  (1) detratto da un importo: un debito scontato | prezzi scontati , ribassati (2) espiato: una pena scontata  (3) previsto, prevedibile: un risultato scontato § scontatamente avv. in modo prevedibile. 

leggi

autotassazione

s.f. versamento da parte del contribuente dell'imposta dovuta in base alla dichiarazione dei redditi, detratto l'importo già versato a titolo di acconto mediante autoliquidazione. 

leggi

detrarre

v. tr. [coniugato come trarre] (1) sottrarre, defalcare: detrarre le spese dal ricavato ' toglier via, levare: detrarre a qualcuno il merito di un'impresa  (2) (rar.) calunniare, diffamare, denigrare. 

leggi

detrattivo

agg. (non com.) atto a detrarre. 

leggi

Sitemap