dimostrare

ant. demostrare, v. tr. [io dimóstro ecc.]

1.  rendere palese con atti, parole o segni: dimostrare affetto , interesse ; dimostrare attitudine per qualcosa ; dimostra di non conoscere la materia ; dimostra più anni di quelli che ha | detto di cose, essere indizio, prova di qualcosa: queste parole dimostrano la sua malafede

2.  provare con ragionamenti, dati di fatto o esperimenti la verità, l'esattezza di qualcosa: dimostrare una tesi , un teorema ; dimostrare l'innocenza di qualcuno | come volevasi dimostrare , formula con la quale si conclude una dimostrazione scientifica; anche espressione con cui si sottolinea, per lo più in modo iron., un esito scontato, prevedibile

3.  spiegare, illustrare, far vedere: dimostrare il funzionamento di un congegno

4.  (assol.) fare una dimostrazione pubblica: dimostrare contro la guerra , per la pace | dimostrarsi v. rifl. manifestarsi, rivelarsi: dimostrarsi indegno ; dimostrarsi un incosciente ; i timori si sono dimostrati fondati.

arrendevolezza

s.f. l'essere arrendevole: dimostrare arrendevolezza.  

leggi

controprovare

v. tr. [io contropròvo ecc.] dimostrare per mezzo di controprove. 

leggi

colpevolezza

s.f. stato di colpa; l'essere colpevole: dimostrare la colpevolezza dell'imputato.  

leggi

assuntivo

agg.  (1) (ant.) che serve a dimostrare un assunto: giudizio assuntivo  (2) (arald.) si dice di armi assunte a ricordo di una grande impresa, in contrapposizione alle armi gentilizie. 

leggi

confutare

v. tr. [io cònfuto (alla latina confùto) ecc.] dimostrare la falsità di qualcosa: confutare un'accusa , una teoria ; confutare una persona , smentirla, contraddirla | (dir.) controbattere in giudizio gli argomenti della controparte. 

leggi

comprovare

ant. comprobare, v. tr. [io compròvo (ant. compruòvo) ecc.] provare con nuovi argomenti o fatti una cosa già dimostrata; confermare | (estens.) dimostrare chiaramente. 

leggi

beffare

v. tr. [io bèffo ecc.] fare, giocare una beffa a qualcuno | canzonare, deridere | beffarsi v. rifl. farsi beffe di qualcuno o di qualcosa; dimostrare disprezzo o noncuranza: beffarsi di una legge.  

leggi

dimostrabile

agg. che si può dimostrare: una verità dimostrabile.  

leggi

dimostrabilità

s.f. l'essere dimostrabile. 

leggi

dimostramento

s.m. (ant.) manifestazione, dimostrazione, prova. 

leggi

dimostrante

part. pres. di dimostrare e agg. nei sign. del verbo s.m. e f. chi prende parte a una dimostrazione pubblica: un corteo di dimostranti.  

leggi

dimostrativo

agg.  (1) atto a dimostrare, di dimostrazione: procedimento dimostrativo ; fare qualcosa a scopo dimostrativo ' azione dimostrativa , (mil.) quella con cui si tende a sorprendere il nemico fingendo di attaccarlo da un lato e rivolgendo poi l'azione d'attacco altrove (2) (gramm.) si dice di aggettivo o pronome col quale si indica la vicinanza o la lontananza, nello spazio o nel tempo, di un oggetto o di una persona rispetto a chi parla o a chi ascolta (p. e. questo libro, codesta ...

leggi

dimostratore

s.m. [f. -trice] (1) (rar.) chi dimostra (2) chi, per mestiere, spiega e prova al pubblico le qualità e il modo d'uso di un prodotto da vendere: dimostratore di elettrodomestici agg. (non com.) che dimostra. 

leggi

dimostrazione

s.f.  (1) manifestazione di un sentimento, uno stato d'animo, una qualità ecc.; prova, attestazione: dimostrazione d'affetto , di gioia , di forza  (2) ragionamento che prova la verità di una tesi: dimostrazione convincente , esauriente , insoddisfacente. dim. dimostrazioncella  (3) (filos.) argomentazione deduttiva per provare la verità di una proposizione sulla base di premesse già accettate come vere | (mat.) insieme di deduzioni mediante cui la verità di certe proposizioni...

leggi

Sitemap