elato

agg. (ant. , lett.)

1.  sollevato, innalzato, eminente: i più elati colli (lorenzo de' medici)

2.  (fig.) nobile, elevato | superbo, orgoglioso.

elatere

s.m.  (1) (bot.) organo presente in alcune piante che serve a proiettare all'esterno semi o spore generati in cavità interne (2) (zool.) elaterio. 

leggi

elateridi

s.m. pl. (zool.) grande famiglia di insetti coleotteri dal corpo allungato, con protorace fornito di una sorta di meccanismo che consente loro, se rovesciati sul dorso, di inarcarsi e spiccare salti accompagnati da un caratteristico clic, fino a riprendere la posizione sul ventre | sing. [-e] ogni insetto di tale famiglia. 

leggi

elaterina

s.f. (chim.) principio attivo di composizione non ben determinata, estratto, sotto forma di polvere cristallina bianca, dal succo dei frutti dell'elaterio; di sapore amaro, ha proprietà emetiche e purgative. 

leggi

elaterio

s.m.  (1) (bot.) cocomero asinino (2) (zool.) piccolo insetto coleottero dal corpo ovale, allungato, di color bruno, con elitre punteggiate e striate; le larve divorano le radici di molte piante (grano, orzo, segale ecc.) (fam. elateridi). 

leggi

elaterite

s.f. (min.) resina fossile ad alto contenuto di carbonio, che si presenta in masse brune amorfe ed è facilmente infiammabile; per la sua elasticità è detta anche gomma minerale. 

leggi

elativo

agg. (ling.) che esprime il più alto grado di qualcosa: comparativo elativo , assoluto. 

leggi

Sitemap