elemosina

ant. limosina [li-mò-si-na], lemosina, lemosena, s.f.

1.  il donare qualcosa a chi è in necessità per soccorrerlo nei suoi bisogni materiali; ciò che si dà per carità: dare , fare , chiedere l'elemosina ; vivere d'elemosina ; dare qualcosa in elemosina | ridursi all'elemosina , in miseria

2.  l'obolo dato in chiesa durante la messa

3.  (fig. spreg.) compenso irrisorio; favore, servigio fatto controvoglia o con atteggiamento di superiorità: non voglio la sua elemosina.

elemosinare

ant. limosinare, v. intr. [io elemò sino ecc.; aus. avere] chiedere l'elemosina, mendicare: vivere elemosinando | v. tr.  (1) chiedere come elemosina: elemosinare un tozzo di pane  (2) (fig.) chiedere con insistenza, in atteggiamento umile e poco dignitoso: elemosinare favori ; elemosinare l'attenzione , la comprensione altrui.  

leggi

limosina

e deriv. vedi elemosina e deriv.  

leggi

mendicare

v. tr. [io méndico , tu méndichi ecc. (alla lat., lett., io mendìco ecc.)] (1) chiedere per elemosina qualcosa: mendicare un tozzo di pane | (assol.) chiedere l'elemosina: fu costretto a mendicare  (2) (estens.) chiedere con insistenza, con preghiere anche umilianti; invocare quasi per elemosina: mendicare un aiuto , un lavoro ; mendicare un po' di conforto | mendicare scuse , giustificazioni , pretesti , cercarli, servirsene in modo forzato e senza dignità. 

leggi

mendicante

part. pres. di mendicare agg. e s.m. e f. che, chi chiede l'elemosina; che, chi vive di elemosina | ordini mendicanti , (eccl.) ordini di frati che, secondo la loro regola originaria, non potevano possedere nulla, né individualmente né collettivamente (francescani, domenicani, agostiniani, carmelitani ecc.). 

leggi

elemosineria

s.f. (eccl.) ufficio della santa sede per la distribuzione delle elemosine e delle elargizioni benefiche del papa. 

leggi

elemosiniere

ant. elemosinario, elemosiniero, limosiniere [li-mo-si-niè-re], limosiniero, agg. e s.m. [f. -a] (rar.) che, chi fa molte elemosine s.m.  (1) (st.) nelle corti, dignitario incaricato di distribuire le elemosine (2) (eccl.) presso la corte pontificia, arcivescovo che è a capo dell'elemosineria. 

leggi

Sitemap