elettrodo

s.m. (elettr.) ciascuno dei due terminali metallici che favoriscono l'acquisizione (anodo) o la perdita (catodo) di elettroni da parte di un conduttore nei dispositivi elettrici in cui si svolgono fenomeni di conduzione non metallica (nel vuoto, in un gas o in un liquido): gli elettrodi di una cella elettrolitica , della saldatrice ad arco ; gli elettrodi della candela di accensione , nei motori a combustione interna.

elettrodomestico

agg. e s.m. [pl. m. -ci] si dice di apparecchio a uso domestico che utilizza l'energia elettrica per trasformarla in forza motrice o in calore (frigorifero, lavatrice, lavastoviglie, aspirapolvere, lucidatrice, ferro da stiro ecc). 

leggi

elettrodotto

s.m. sistema di conduttori per il trasporto a distanza dell'energia elettrica. 

leggi

anodo

s.m. (fis.) elettrodo positivo di un tubo elettronico o di una cella elettrolitica; elettrodo negativo di una pila; nei tubi a raggi x, anticatodo. 

leggi

catodo

s.m. (elettr.) elettrodo negativo, che emette elettroni, nel caso di scariche in un gas e nel caso delle celle elettrolitiche; elettrodo positivo nel caso delle pile. 

leggi

semielemento

s.m. in una pila, l'insieme formato da ciascun elettrodo e dalla soluzione in cui è immerso. 

leggi

fotocatodo

s.m. in una fotocellula, elettrodo di materiale fotosensibile che emette elettroni per effetto fotoelettrico. 

leggi

polarografia

s.f. (chim.) metodo di analisi elettrochimica basato sulla misura del potenziale di un elettrodo a mercurio su cui si ossidano o si riducono le sostanze organiche o inorganiche da analizzare. 

leggi

elettrodeposizione

s.f. procedimento usato per coprire una superficie metallica con uno strato di altro materiale metallico fuso sul posto con un arco elettrico, spec. a scopo protettivo. 

leggi

elettrodiagnostica

s.f. studio, a scopo diagnostico, delle reazioni di nervi e muscoli a stimolazioni elettriche. 

leggi

elettrodialisi

s.f. (chim. fis.) dialisi accelerata per mezzo di una forza elettromotrice. 

leggi

elettrodico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di processo elettrochimico che avviene intorno a uno dei due elettrodi in una cella elettrolitica. 

leggi

elettrodinamica

s.f. parte dell'elettrologia che studia le azioni reciproche di attrazione e repulsione fra conduttori percorsi da corrente (e, in generale, fra cariche elettriche in moto) per effetto dei rispettivi campi elettromagnetici. 

leggi

elettrodinamico

agg. [pl. m. -ci] che si riferisce all'elettrodinamica. 

leggi

elettrodinamismo

s.m. il complesso dei fenomeni elettrodinamici | il carattere elettrodinamico di un fenomeno. 

leggi

elettrodinamometro

s.m. strumento a due bobine, una fissa e l'altra mobile, usato per misurare l'intensità di corrente. 

leggi

Sitemap