elevare

v. tr. [io elèvo (alla lat. èlevo) ecc.]

1.  rendere più alto; volgere verso l'alto; alzare, innalzare (anche fig.): elevare il piano stradale ; elevare lo sguardo ; elevare il tono di voce ; elevare il pensiero a dio

2.  (fig.) migliorare: elevare il proprio tenore di vita

3.  (fig.) promuovere a un grado maggiore: elevare alla carica di prefetto , alla dignità cardinalizia ; elevare il tornaconto personale a sistema , farlo diventare norma di condotta

4.  elevare un numero al quadrato , al cubo , alla quarta potenza , (mat.) moltiplicarlo per sé stesso una, due, tre volte

5.  (burocr.) fare, intimare, contestare: elevare una contravvenzione | elevarsi v. rifl. ergersi, innalzarsi: vette che si elevano oltre i duemila metri | v. rifl. migliorarsi, salire nella scala sociale: col lavoro e il sacrificio ha saputo elevarsi.

cardinalato

s.m.  (1) dignità e ufficio di cardinale: elevare al cardinalato  (2) il periodo di tempo durante il quale si esercita tale ufficio. 

leggi

booster

s.m. invar.  (1) in varie tecnologie, motore ausiliario (2) (elettr.) dispositivo per elevare la tensione (3) propulsore ausiliario impiegato per il lancio di un'astronave. 

leggi

elevamento

s.m.  (1) l'elevare, l'elevarsi, l'essere elevato (anche fig.) (2) punto elevato, rialzo. 

leggi

elevatezza

s.f. qualità di ciò che è elevato (spec. fig.): elevatezza d'animo , di sentimenti.  

leggi

elevato

part. pass. di elevare agg.  (1) alto (anche fig.): un monte elevato ; prezzi elevati ; un tenore di vita elevato  (2) (fig.) nobile, magnanimo, eletto: sentimenti elevati | solenne, sostenuto: un discorso , uno stile elevato , di tono elevato § elevatamente avv.  

leggi

elevatore

agg. [f. -trice] che eleva, che solleva | muscolo elevatore , (anat.) muscolo volontario che ha la funzione di sollevare un organo o una parte del corpo s.m.  (1) [f. -trice] chi eleva (2) apparecchio usato per il sollevamento e il trasporto di materiali (3) nelle armi automatiche e semiautomatiche, congegno che trasporta il proiettile dinanzi alla camera di scoppio. 

leggi

elevazione

s.f.  (1) l'elevare, l'elevarsi, l'essere elevato (anche fig.) | elevazione a potenza , (mat.) moltiplicazione di un numero per sé stesso, una o più volte (2) luogo, punto elevato (3) nella messa, l'atto con cui il sacerdote leva in alto l'ostia e il calice consacrati presentandoli all'adorazione dei fedeli (4) (astr.) altezza di un astro sull'orizzonte (5) (mil.) inclinazione sul piano verticale data a un'arma da fuoco (6) (sport) slancio verso l'alto di un atleta (nel...

leggi

Sitemap