emanare

v. intr. [aus. essere] provenire, derivare (anche fig.): dal lume a petrolio emanava una luce fioca ; dalle sue parole emana un grande insegnamento | v. tr.

1.  mandare fuori, diffondere, esalare: il sole emana calore ; questi fiori emanano un delizioso profumo

2.  (fig.) nel linguaggio giuridico e burocratico, emettere, promulgare: emanare una legge , un decreto , una sentenza.

fetere

v. intr. [non ha part. pass.] (lett.) emanare fetore, puzzare. 

leggi

fosforeggiare

v. intr. [io fosforéggio ecc. ; aus. avere] (non com.) emanare luce fosforica. 

leggi

delegiferare

v. intr. [io delegìfero ecc.] tendere a emanare meno leggi, spec. su materie di scarso interesse generale. 

leggi

puzzacchiare

o puzzicchiare, v. intr. [io puzzàcchio o io puzzìcchio ecc. ; aus. avere] (fam.) emanare un certo puzzo, puzzare leggermente | (iron.) puzzare alquanto. 

leggi

gatteggiare

v. intr. [io gattéggio ecc. ; aus. avere] emanare riflessi simili a quelli degli occhi dei felini, detto di minerali o pietre preziose. 

leggi

legiferare

v. intr. [io legìfero ecc. ; aus. avere] (1) redigere, emanare leggi: legiferare in materia fiscale  (2) (scherz.) dettar legge, dare ordini; sputare sentenze. 

leggi

profumare

v. tr. cospargere di profumo: profumare la biancheria | v. intr. [aus. essere] emanare profumo: le rose profumano | profumarsi v. rifl. mettersi del profumo, cospargersi di profumo: vestirsi, pettinarsi e profumarsi.  

leggi

olezzare

v. intr. [io olézzo ecc. ; aus. avere] (lett.) emanare un odore gradevole: l'aura di maggio movesi e olezza, / tutta impregnata da l'erba e da' fiori (dante purg. xxiv, 146-147). 

leggi

emanatismo

s.m. concezione filosofica e religiosa che spiega la molteplicità degli esseri come emanazione dall'unità assoluta di dio, per irradiazione spontanea e continua della sua potenza; elaborata dai filosofi arabi medievali, è stata parzialmente accolta anche da pensatori cristiani. 

leggi

emanatista

s.m. e f. [pl. m. -sti] seguace della dottrina dell'emanatismo | usato anche come agg. in luogo di emanatistico.  

leggi

emanatistico

agg. [pl. m. -ci] dell'emanatismo: la dottrina emanatistica.  

leggi

emanazione

s.f.  (1) l'emanare; la cosa stessa emanata: l'emanazione della luce , di un odore ; emanazioni vulcaniche , gas e vapori emessi da un vulcano | promulgazione: l'emanazione di una legge  (2) (fig.) espressione, manifestazione; derivazione: il governo è l'emanazione delle forze politiche  (3) (fis.) denominazione comune di tre isotopi radioattivi gassosi (radon, attinon, toron), emanati dal radio, dall'attinio e dal torio nella loro disintegrazione naturale (4) (filos.)...

leggi

emanazionismo

s.m. emanatismo. 

leggi

emancipare

v. tr. [io emàncipo ecc.] (1) (dir.) attribuire una capacità di agire, limitata agli atti di ordinaria amministrazione, al minore degli anni diciotto che abbia compiuto i sedici, anche come conseguenza dell'autorizzazione a contrarre matrimonio (2) (st.) nel diritto romano, affrancare uno schiavo o un figlio soggetto alla potestà paterna | (estens.) liberare da una soggezione, da un legame materiale o morale | emanciparsi v. rifl. liberarsi da un vincolo di soggezione materiale o...

leggi

emancipato

part. pass. di emancipare agg.  (1) (dir.) si dice di minore che ha ottenuto l'emancipazione (2) (estens.) libero da vincoli di soggezione: popoli emancipati | svincolato da modi di pensare tradizionali: un ragazzo emancipato § emancipatamente avv.  

leggi

emancipatore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi emancipa. 

leggi

emancipazione

s.f. l'emancipare, l'emanciparsi, l'essere emancipato | emancipazione femminile , raggiungimento, da parte della donna, della parità di condizioni sociali, economiche e giuridiche con l'uomo. 

leggi

emangioma

s.m. [pl. -mi] (med.) tumore benigno di origine vascolare. 

leggi

Sitemap