embrione

s.m.

1.  (biol.) l'organismo vivente dal momento in cui ha inizio lo sviluppo dell'uovo fecondato sino a quello in cui si è stabilita una evidente differenziazione degli organi | in ostetricia, il prodotto del concepimento sino alla fine del terzo mese di vita intrauterina

2.  (bot.) piantina che si trova nel seme delle piante superiori

3.  (fig.) idea o cosa che comincia a prendere forma; abbozzo, primo stadio: progetto in embrione.

celomato

s.m. (zool.) metazoo il cui embrione è provvisto di celoma. 

leggi

teratogeno

agg. (biol.) si dice di fattore in grado di alterare il normale sviluppo di un embrione causando malformazioni mostruose nel nascituro. 

leggi

monocotiledoni

s.f. pl. (bot.) classe di piante fanerogame caratterizzate da embrione con un solo cotiledone | sing. [-e] ogni pianta di tale classe. 

leggi

embrionale

agg.  (1) (biol.) dell'embrione, che concerne l'embrione: sviluppo embrionale  (2) (fig.) che è allo stato di abbozzo, di ideazione generica; non ancora ben definito e sviluppato: idee allo stato embrionale ; un progetto embrionale § embrionalmente avv. allo stato embrionale. 

leggi

embrionico

agg. [pl. m. -ci] (non com.) embrionale. 

leggi

Sitemap