emettere

v. tr. [coniugato come mettere]

1.  mandar fuori: emettere un suono ; emettere fumo , vapore

2.  (fig.) mettere in circolazione: emettere monete , biglietti , francobolli ; emettere un assegno ; emettere azioni , obbligazioni , buoni del tesoro

3.  (fig.) emanare, diffondere, promulgare: emettere un ordine , un decreto

4.  (fig.) esprimere, pronunciare: emettere un giudizio , una sentenza ; emettere il verdetto.

barrire

v. intr. [io barrisco , tu barrisci ecc. ; aus. avere] emettere barriti: gli elefanti barriscono.  

leggi

chiocciare

v. intr. [io chiòccio ecc. ; aus. avere] (1) emettere il caratteristico verso roco, tipico della gallina quando cova (2) covare (3) (ant.) stare accoccolato. 

leggi

coccoveggiare

v. intr. [io coccovéggio ; aus. avere] (ant.) (1) detto della civetta, emettere il suo caratteristico verso (2) (estens.) imitare i movimenti o il verso della civetta (3) (fig.) civettare | v. tr. (tosc. pop.) beffare. 

leggi

ciangottare

o cingottare, v. intr. [io ciangòtto ecc. ; aus. avere] (1) parlare storpiando le parole; per estens., chiacchierare (2) cinguettare (3) emettere un suono lieve, detto di acqua che scorre. 

leggi

bramire

v. intr. [io bramisco , tu bramisci ecc. ; aus. avere] (1) emettere bramiti (2) (estens. lett.) gridare selvaggiamente: «er core, er core!...» bramiva terribile, con una schiuma nei labbri (gadda). 

leggi

belare

v. intr. [io bèlo ecc. ; aus. avere] (1) emettere belati (2) (estens.) esprimersi con voce lamentosa e tremula | anche come v. tr. : belare una canzone.  

leggi

emettitore

s.m.  (1) (telecom.) trasmettitore (2) (elettr.) parte del transistor che emette elettroni o cariche positive. 

leggi

emettitrice

s.f. macchina che emette, distribuisce qualcosa; sui mezzi pubblici, macchina che provvede alla emissione automatica dei biglietti di viaggio. 

leggi

Sitemap