eminenza

s.f.

1.  (non com.) l'essere eminente; luogo eminente, elevato | (anat.) sporgenza, protuberanza di organi o tessuti

2.  (fig.) eccellenza, superiorità: l'eminenza della sua cultura

3.  titolo che un tempo si dava a reali e a vari dignitari ecclesiastici, oggi solo ai cardinali: sua eminenza (abbr. in s.e.) | eminenza grigia , consigliere segreto di un alto personaggio; per estens., chi gode di grande potenza e influenza pur restando nell'ombra.

mentoniero

agg. (med.) del mento, relativo al mento: eminenza mentoniera , la sporgenza inferiore della mandibola. 

leggi

eminente

agg.  (1) (non com.) che sovrasta in altezza; elevato: un luogo eminente  (2) (fig.) che emerge, che eccelle, che si distingue fra tutti; illustre: eminenti personalità del mondo politico | il superl. eminentissimo (abbr. generalmente in e. mo) è titolo attribuito ai cardinali (3) (fig.) notevole, rilevante: i pregi eminenti di un'opera § eminentemente avv. prevalentemente, specialmente: una questione eminentemente giuridica.  

leggi

Sitemap