endoderma

o entoderma, s.m. [pl. -mi]

1.  (bot.) lo strato cellulare più interno della corteccia del fusto e della radice

2.  (biol.) strato più interno delle cellule dell'uovo fecondato, che delimita la primitiva cavità gastro-intestinale e da cui traggono origine l'apparato respiratorio e vari organi annessi all'apparato digerente (fegato, pancreas).

mesoglea

s.f. (zool.) strato di materiale gelatinoso situato tra endoderma ed ectoderma nel corpo dei poriferi e dei celenterati. 

leggi

gastrula

s.f. (biol.) ultimo stadio di sviluppo dell'embrione animale, in cui le cellule sono ripartite e differenziate nei tre strati fondamentali di ectoderma, endoderma e mesoderma. 

leggi

Sitemap