enunciazione

rar. enunziazione, s.f.

1.  l'enunciare; anche, ciò che si enuncia: enunciazione chiara , sommaria ; l'enunciazione di una regola , di un teorema

2.  (ling.) il processo che genera l'enunciato.

enunciare

o enunziare, v. tr. [io enùncio ecc.] (1) esporre con proprietà di termini un concetto, una questione e sim.: enunciare un teorema , una teoria ; enunciare i fatti  (2) (lett.) affermare, dire (3) (ant.) preannunciare. 

leggi

enunciativo

o enunziativo, agg. che tende o vale a enunciare | proposizione enunciativa , (gramm.) che esprime semplicemente un'affermazione o una negazione. 

leggi

enunciato

antiq. enunziato, s.m.  (1) l'insieme di parole con cui si afferma o si nega qualcosa | l'enunciato di un teorema , (mat.) la parte in cui si espone ciò che si deve dimostrare (2) (ling.) sequenza sintatticamente definita di parole che esprime un senso compiuto (3) in logica, espressione linguistica di cui ha senso dire che è vera o falsa agg. (ant.) suddetto, già menzionato. 

leggi

Sitemap