epifita

s.f. (bot.) pianta che vive sui tronchi o sui rami degli alberi (p. e. muschio e lichene).

epifania

s.f.  (1) (relig.) manifestazione della divinità, del soprannaturale; in partic., festività cristiana che si celebra il (2) gennaio a ricordo della visita dei magi a gesù e delle prime manifestazioni della sua divinità (3) (lett.) apparizione, manifestazione solenne. 

leggi

epifenomeno

s.m.  (1) (filos.) fenomeno accessorio che si aggiunge ad altri senza cambiarne i caratteri fondamentali (2) (med.) sintomo collaterale. 

leggi

epifillo

agg. (bot.) si dice di pianta che cresce sulle foglie di altre piante (p. e. la fumaggine) s.m. parte superiore dell'abbozzo fogliare, dalla quale hanno origine il picciolo e la lamina della foglia adulta. 

leggi

epifisario

agg. (anat.) dell'epifisi, relativo all'epifisi. 

leggi

epifisi

s.f. (anat.) (1) ghiandola endocrina situata nella parte dorsale dell'encefalo, detta anche corpo pineale  (2) ciascuna delle due estremità delle ossa lunghe. 

leggi

epifitia

s.f. (bot.) epidemia che colpisce le piante. 

leggi

epifonema

s.m. [pl. -mi] (ret.) frase esclamativa di contenuto sentenzioso, che conclude enfaticamente un discorso. 

leggi

epifora

s.f.  (1) (ret.) epistrofe (2) (med.) secrezione continua di lacrime, per irritazione o infezione. 

leggi

epifrasi

s.f. (ret.) figura sintattica consistente nell'aggiungere un elemento alla fine di una frase già di per sé compiuta: già era dritta in sù la fiamma e queta (dante inf. xxvii, 1). 

leggi

Sitemap