fascia

s.f. [pl. -sce]

1.  striscia di vario materiale che si avvolge intorno a qualcosa per tenere insieme, proteggere, comprimere, sostenere, o anche per ornamento. dim. fascetta , fasciola , fasciolina accr. fascione (m.)

2.  striscia di tela o di garza usata per coprire parti del corpo malate o ferite; striscia di tessuto semirigido o elastico usata per stringere e sostenere: fascia gessata , imbevuta di un impasto di materiale plastico in polvere (un tempo polvere di gesso) e acqua, così che asciugando si irrigidisca, per immobilizzare parti traumatizzate o per prendere impronte di arti ecc.; fascia elastica , striscia o tubolare di tessuto elastico usata per comprimere o proteggere le articolazioni; anche, busto elastico leggero, senza elementi rigidi; ventriera

3.  spec. pl. striscia di tessuto robusto usata un tempo per avvolgere strettamente i neonati: un bambino in fasce , un neonato; essere ancora in fasce , (fig.) essere molto immaturo

4.  striscia di tessuto usata per stringere, per chiudere o per ornare, oppure come simbolo di autorità tracolla, bandoliera; sciarpa, fusciacca: fascia del cappello , nastro che ne circonda la cupola in certi modelli; fascia tricolore , simbolo dell'autorità del sindaco, che questi porta annodata attorno alla vita in cerimonie ufficiali

5.  striscia di carta che avvolge fascicoli o fogli per tenerli uniti, spec. in caso di spedizione: spedire sotto fascia (o sottofascia), spedire stampe con questa modalità e a particolari condizioni

6.  striscia o lamina di vario materiale usata per avvolgere, proteggere o per fissare, collegare parti di attrezzi, macchine e sim.: fasce elastiche , nelle macchine alternative, anelli metallici di tenuta tra il pistone e il cilindro

7.  striscia ornamentale | (arch.) striscia decorata, spec. se piana o di basso rilievo | (arald.) pezza onorevole posta orizzontalmente nello scudo, di cui occupa il terzo di mezzo

8.  pl. parti laterali di strumenti musicali a corda come il violino e la chitarra

9.  negli organismi viventi, formazione membranosa; nel corpo umano, la membrana che avvolge i fasci muscolari: fascia lata , fascia fibrosa che circonda i muscoli della coscia (detta anche aponeurosi femorale)

10.  zona, settore, spec. in una suddivisione orizzontale: fascia equatoriale , tropicale ; la fascia industrializzata a nord della città ; creare una fascia smilitarizzata | in usi fig.: fasce d'ascolto , le ore della giornata classificate secondo la quantità e il tipo di pubblico che segue trasmissioni radio-televisive; fascia di utenza , gli utenti di un servizio suddivisi secondo le loro caratteristiche o secondo le tariffe applicate; fascia di qualifica , salariale , raggruppamento di lavoratori secondo la loro qualifica o retribuzione.

fasciacoda

s.m. invar. striscia di tela o di cuoio che tiene ferma la coda del cavallo quando viene governato. 

leggi

fasciame

s.m. (mar.) insieme di tavole di legno o lamiere di metallo che, collegate tra loro e rese impermeabili per calafataggio o saldatura, costituiscono il rivestimento delle strutture di sostegno di natanti. 

leggi

fasciare

v. tr. [io fàscio ecc.] (1) avvolgere o coprire con una o più fasce; bendare: fasciare un neonato ; fasciare una ferita ; fasciarsi il capo prima di romperselo , (fig.) preoccuparsi per un male che non si sa se verrà | fasciare uno scafo , (mar.) coprirne l'ossatura con il fasciame (2) (estens.) avvolgere strettamente: l'abito le fasciava i fianchi  (3) (estens.) circondare, attorniare; avvolgere: beata navarra, / se s'armasse del monte che la fascia! (dante par. xix, 143-144)...

leggi

fasciato

(1) part. pass. di fasciare agg. avvolto con una o più fasce s.m. (arald.) scudo coperto da fasce alternate di smalto differente (in numero di 4, (2) o 8). 

leggi

fasciatoio

s.m. tavolo o ripiano sul quale si posano i bambini nei primi mesi di vita per spogliarli, pulirli, fasciarli. 

leggi

fasciatore

s.m.  (1) triangolo o quadrato ripiegato di tessuto che si usava un tempo come una sorta di mutandina per i neonati (2) fasciatoio. 

leggi

fasciatura

s.f.  (1) il fasciare, l'operazione di fasciare, spec. una ferita o un'articolazione (2) insieme di fasce, spec. quelle che coprono una parte del corpo: togliere la fasciatura  (3) (mar.) manicotto di tela catramata che avvolge i cavi nei tratti in cui sono maggiormente soggetti a usura. 

leggi

fasciazione

s.f. (bot.) fenomeno per cui il fusto di una pianta, normalmente cilindrico, assume forma appiattita in seguito ad accrescimento disuguale. 

leggi

amaide

s.f. (arald.) fascia scorciata. 

leggi

brachiere

s.m.  (1) cinto erniario (2) (ant.) fascia di cuoio per sostenere le brache. 

leggi

archivolto

s.m. (arch.) fascia decorativa che si svolge frontalmente lungo la curva di un arco. 

leggi

angusticlavio

s.m.  (1) fascia stretta, di colore purpureo, disposta verticalmente sulla toga dei cavalieri romani per distinguerli dai senatori, la cui toga era ornata di una fascia più larga (laticlavio) (2) la toga stessa ornata di angusticlavio. 

leggi

aponeurosi

s.f. (anat.) membrana fibrosa che avvolge muscoli e riunisce tendini: aponeurosi femorale , quella che circonda i muscoli della coscia (detta anche fascia lata). 

leggi

centrocampo

s.m. (sport) (1) zona, fascia centrale di un campo di gioco rispetto alla sua lunghezza (2) (estens.) nel gioco del calcio, l'insieme dei centrocampisti di una squadra. 

leggi

cardellino

s.m. , ant. e tosc. calderino, uccellino variopinto, comunissimo in italia, con fronte e gola rosse, fascia gialla sulle ali, becco conico; è buon cantatore (ord. passeriformi). 

leggi

cavigliera

s.f.  (1) fascia elastica protettiva che si mette attorno alle caviglie per prevenire o curare distorsioni (2) (mar.) sorta di rastrelliera disposta alla base degli alberi delle navi per fissarvi i cavi. 

leggi

fascera

s.f. fascia di legno o di metallo, di forma per lo più circolare o quadrangolare, in cui si colloca la cagliata perché espella il siero e assuma la forma propria del tipo di formaggio desiderato. 

leggi

fascetta

s.f.  (1) dim. di fascia  (2) striscia di materiale vario, per lo più chiusa ad anello, usata per tenere insieme, avvolgere, comprimere, o per recare scritte o altre indicazioni | striscia di carta che avvolge fascicoli, giornali e sim. per la spedizione; striscia di carta, posta attorno a un libro, che reca frasi pubblicitarie | (mil.) tubolare di stoffa chiuso ad anello che reca l'indicazione del grado e va fissato alla spallina della camicia d'ordinanza o della tuta...

leggi

fascettario

s.m. insieme di indirizzi (stampigliati o incollati su fascette) di persone a cui vengono spedite periodicamente pubblicazioni o altre merci. 

leggi

Sitemap