fascio

s.m.

1.  quantità di oggetti di forma lunga e sottile, raccolti e legati insieme in modo da poter essere trasportati con facilità: un fascio di fiori , di spighe , di legna ; raccogliere in un fascio ; far d'ogni erba un fascio , (fig.) accomunare in uno stesso giudizio cose, situazioni, persone fra loro diverse | (bot.) complesso di vasi, cribri e fibre, che nella pianta hanno funzione di sostegno e di conduzione della linfa | (anat.) gruppo di fibre disposte nella stessa direzione e in grado di svolgere la stessa funzione | (fis.) insieme di radiazioni emesse da una sorgente. dim. fascetto accr. fascione

2.  (estens.) insieme di cose (per lo più, fogli, carte e sim.) ammucchiati e tenuti insieme: un fascio di quaderni , di pratiche | in geometria: fascio di rette , l'insieme di tutte le rette giacenti su un piano, passanti per un punto fisso o parallele fra loro; fascio di piani , insieme infinito di piani aventi una retta in comune o paralleli fra loro

3.  (fig. lett.) congerie di parole, sensazioni, sentimenti, moti dell'animo e sim.: un fascio di desideri ardentissimi (dossi)

4.  (fig. lett.) carico, fardello (di mali, dolori, peccati e sim.): io son sì stanco sotto 'l fascio antico / de le mie colpe (petrarca canz. lxxxi, 1-2)

5.  fascio littorio , in roma antica, insegna di origine etrusca, costituita da un mazzo di verghe e da una scure tenute insieme da corregge, che era portata dai littori a simboleggiare il potere coercitivo, quindi l'autorità dello stato; in età moderna, lo stesso simbolo fatto proprio dal fascismo

6.  (st.) associazione di gruppi politici o sociali costituita per perseguire un fine comune: fasci siciliani , organizzazioni proletarie sorte in sicilia, alla fine dell'ottocento, per lottare contro il latifondismo; fasci di combattimento , i gruppi politici e paramilitari in cui si organizzò il movimento fascista

7.  (gerg.) fascista.

fasciola

s.f. solo nella loc. fasciola epatica , (zool.) distoma. 

leggi

fascione

s.m.  (1) accr. di fascia e di fascio  (2) (tosc.) copertone di pneumatico. 

leggi

covone

s.m. fascio di spighe tagliate e legate insieme. dim. covoncino , covoncello.  

leggi

catadiottro

s.m. (fis.) corpo che, utilizzando i fenomeni di riflessione e rifrazione, permette di rinviare alla sorgente un fascio di raggi luminosi paralleli. 

leggi

concentratore

s.m. (tecn.) (1) apparecchio per concentrare sostanze, spec. nell'industria alimentare (2) in un proiettore cinematografico o in un microscopio, sistema ottico che concentra il fascio luminoso, condensatore. 

leggi

caustica

s.f. (fis.) figura prodotta dall'aberrazione sferica quando un fascio di raggi paralleli si riflette su uno specchio curvo o si rifrange attraverso una lente. 

leggi

catodico

agg. [pl. m. -ci] (fis.) relativo al catodo | raggi catodici , radiazioni costituite da un fascio di elettroni che emanano dal catodo in un tubo a gas rarefatto. 

leggi

fasciare

v. tr. [io fàscio ecc.] (1) avvolgere o coprire con una o più fasce; bendare: fasciare un neonato ; fasciare una ferita ; fasciarsi il capo prima di romperselo , (fig.) preoccuparsi per un male che non si sa se verrà | fasciare uno scafo , (mar.) coprirne l'ossatura con il fasciame (2) (estens.) avvolgere strettamente: l'abito le fasciava i fianchi  (3) (estens.) circondare, attorniare; avvolgere: beata navarra, / se s'armasse del monte che la fascia! (dante par. xix, 143-144)...

leggi

fascera

s.f. fascia di legno o di metallo, di forma per lo più circolare o quadrangolare, in cui si colloca la cagliata perché espella il siero e assuma la forma propria del tipo di formaggio desiderato. 

leggi

fascetta

s.f.  (1) dim. di fascia  (2) striscia di materiale vario, per lo più chiusa ad anello, usata per tenere insieme, avvolgere, comprimere, o per recare scritte o altre indicazioni | striscia di carta che avvolge fascicoli, giornali e sim. per la spedizione; striscia di carta, posta attorno a un libro, che reca frasi pubblicitarie | (mil.) tubolare di stoffa chiuso ad anello che reca l'indicazione del grado e va fissato alla spallina della camicia d'ordinanza o della tuta mimetica |...

leggi

fascettario

s.m. insieme di indirizzi (stampigliati o incollati su fascette) di persone a cui vengono spedite periodicamente pubblicazioni o altre merci. 

leggi

fascia

s.f. [pl. -sce] (1) striscia di vario materiale che si avvolge intorno a qualcosa per tenere insieme, proteggere, comprimere, sostenere, o anche per ornamento. dim. fascetta , fasciola , fasciolina accr. fascione (m.) (2) striscia di tela o di garza usata per coprire parti del corpo malate o ferite; striscia di tessuto semirigido o elastico usata per stringere e sostenere: fascia gessata , imbevuta di un impasto di materiale plastico in polvere (un tempo polvere di gesso) e acqua,...

leggi

fasciacoda

s.m. invar. striscia di tela o di cuoio che tiene ferma la coda del cavallo quando viene governato. 

leggi

fasciame

s.m. (mar.) insieme di tavole di legno o lamiere di metallo che, collegate tra loro e rese impermeabili per calafataggio o saldatura, costituiscono il rivestimento delle strutture di sostegno di natanti. 

leggi

fasciato

(1) part. pass. di fasciare agg. avvolto con una o più fasce s.m. (arald.) scudo coperto da fasce alternate di smalto differente (in numero di 4, (2) o 8). 

leggi

fasciatoio

s.m. tavolo o ripiano sul quale si posano i bambini nei primi mesi di vita per spogliarli, pulirli, fasciarli. 

leggi

fasciatore

s.m.  (1) triangolo o quadrato ripiegato di tessuto che si usava un tempo come una sorta di mutandina per i neonati (2) fasciatoio. 

leggi

Sitemap