fatica

ant. fatiga, s.f.

1.  sforzo fisico o intellettuale che genera stanchezza; lo stato di stanchezza che nasce da un'attività fisica o psichica troppo intensa o prolungata: fatica muscolare , mentale ; affrontare , sopportare la fatica ; far fatica a muoversi ; resistere alla fatica ; risparmiare fatica , evitare di affaticarsi; sprecare fatica , affaticarsi inutilmente; costare fatica , si dice di qualcosa che impegna molto, che richiede grandi sacrifici | uomo di fatica , addetto a lavori pesanti | cavallo da fatica , da tiro o da trasporto. pegg. faticaccia

2.  (estens.) il lavoro, l'opera compiuta esercitando uno sforzo: le fatiche quotidiane ; vivere del frutto delle proprie fatiche ; quest'opera è una fatica di molte persone

3.  (fig.) difficoltà, pena, stento: parlare , respirare a fatica ; studiare con grande fatica ; nasce l'uomo a fatica, / ed è rischio di morte il nascimento (leopardi canto notturno 39-40) | durar fatica , stentare: durò molta fatica a capire

4.  (tecn.) condizione in cui si trova un solido sottoposto a sollecitazioni meccaniche e termiche periodiche verso le quali oppone resistenza | prove di fatica , quelle eseguite su campioni di materiali per determinare la loro resistenza

5.  (agr.) condizione di impoverimento di un terreno sottoposto per più anni alla stessa coltura.

faticare

ant. fatigare, v. intr. [io fatico , tu fatichi ecc. ; aus. avere] (1) fare fatica, lavorare con sforzo: faticare tutto il giorno  (2) (fig.) durar fatica, stentare: faticare a capire | v. tr. (ant.) (3) affaticare, stancare (4) travagliare, tormentare, ostacolare: si levaron... diversi venti, li quali... faticaron la nave (boccaccio dec. ii, 7). 

leggi

faticata

s.f. lunga fatica, sforzo intenso: fare una faticata.  

leggi

faticato

part. pass. di faticare agg.  (1) (ant.) affaticato, stanco (2) raggiunto con sforzo, a stento: una conclusione faticata.  

leggi

faticatore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] (1) (non com.) chi lavora molto e resiste alla fatica (2) (ant.) lavoratore. 

leggi

alleviamento

s.m. alleggerimento, attenuazione: alleviamento di fatica , di pena.  

leggi

affranto

part. pass. di affrangere agg. sfinito dalla fatica o prostrato dal dolore. 

leggi

accaldarsi

v. rifl.  (1) prendere molto caldo (2) accendersi in volto per la fatica | (fig.) accalorarsi, infiammarsi: si è accaldato nel discorso.  

leggi

bufalo

ant. o region. buffalo e bufolo, s.m. [f. -a] (1) grosso mammifero ruminante con pelo ispido cinerino, testa corta, fronte convessa, corna rivolte all'indietro; vive per lo più allo stato selvatico (ord. artiodattili) | mangiare come un bufalo , (fig.) moltissimo | soffiare come un bufalo , (fig.) respirare con affanno (per la fatica, la grassezza o altro) | una fatica da bufalo , grave, pesante (2) (fig.) uomo grossolano, ignorante. 

leggi

fatichevole

agg. (ant.) (1) resistente alla fatica; instancabile (2) che affatica, spossante | laborioso, tormentoso. 

leggi

fatico

agg. [pl. m. -ci] (ling.) si dice della funzione del linguaggio che ha lo scopo di stabilire, mantenere, verificare o interrompere la comunicazione (p. e. espressioni come «mi capisci?» , «fate attenzione!» hanno una funzione fatica). 

leggi

faticone

s.m. [f. -a] (fam.) chi lavora molto. 

leggi

faticoso

agg.  (1) che richiede fatica; pesante, gravoso: un lavoro , un viaggio faticoso ; una respirazione faticosa , difficoltosa (2) che si sopporta, si segue a fatica: il film ha un avvio faticoso ; discorso faticoso  (3) (ant.) avvezzo alla fatica (4) (lett.) stanco, affaticato | tormentato, inquieto: la faticosa storia degli uomini (carducci) § faticosamente avv.  

leggi

Sitemap