fatto

(1)

part. pass. di fare agg.

1.  costruito, composto: fatto a mano , a macchina ; fatto di carta , di legno | formato: fatto a righe , a quadri , a elle ; non sapere come è fatta qualcosa , non conoscerla, non averla mai vista; essere ben fatto , detto di persona, avere un bel corpo

2.  portato a termine, compiuto: questo lavoro è presto fatto ; una cosa fatta bene ; ben fatto! , esclamazione di consenso; detto (e) fatto! , subito, immediatamente; ormai è fatta! , non c'è più rimedio, non si può tornare indietro; a conti fatti , (fig.) dopo attenta valutazione | venir fatto di , succedere, capitare involontariamente: se ci penso, mi vien fatto di ridere

3.  che è nella sua pienezza; maturo: donna fatta , uomo fatto , adulti, non più ragazzi; frutta fatta , ben matura; giorno fatto , inoltrato; notte fatta , fonda

4.  adatto, idoneo: lo sport non è fatto per me ; essere fatto apposta per qualcosa , esservi predisposto, riuscirvi benissimo

5.  (gerg) molto stanco, affaticato | drogato.

fatto (2)

s.m.

1.  qualunque cosa accade, ogni azione che si compie o si è compiuta; avvenimento, evento, vicenda: un fatto nuovo , strano , eccezionale ; raccontare , venire a sapere un fatto ; fatto di cronaca ; i fatti della storia ; i fatti del giorno , le cose accadute nella giornata o i fatti di attualità i fatti di un romanzo , di un film , l'intreccio, la vicenda; fatto d'armi , scontro armato; fatto di sangue , ferimento o uccisione | fatto compiuto , situazione già determinata, che non si può più mutare | cogliere qualcuno sul fatto , mentre compie una determinata azione, spec. se illecita | vie di fatto , azioni violente: passare , venire a vie di fatto , allo scontro fisico | dato di fatto , cosa certa, fondata sull'osservazione della realtà | in fatto di , per quanto riguarda: in fatto di musica ha molta competenza | gran fatto , (lett.) avvenimento molto importante, straordinario. dim. fatterello pegg. fattaccio

2.  pl. casi privati; vicende personali: badate ai fatti vostri! ; impicciarsi dei fatti altrui

3.  in loc. particolari: fare il fatto proprio , il proprio utile | sapere il fatto proprio , sapere bene come comportarsi, come risolvere i propri problemi; essere abile nel proprio mestiere: quel medico sa il fatto suo ' essere sicuri del fatto proprio , non avere dubbi | dire a qualcuno il fatto suo , quello che si merita

4.  ciò che è reale, concreto: fatti, non parole! ; venire ai fatti , alla prova dei fatti , alla verifica | il fatto è che , il fatto sta che , è un fatto che , fatto si è che , la realtà, la verità è che | di fatto , in realtà, in sostanza | in fatti , (rar.) infatti

5.  (dir.) ciò che produce, modifica o estingue un rapporto giuridico | (estens.) ciò che costituisce in concreto un rapporto giuridicamente rilevante.

fare

ant. facere [fà-ce-re], v. tr. [pres. io fàccio (meno com. fò), tu fai , egli fa (ant. e poet. face), noi facciamo , voi fate , essi fanno ; imperf. io facévo ecc. (ant. e poet. le terze pers. féa e féano); pass. rem. io féci , tu facésti , egli féce , noi facémmo , voi facéste , essi fécero (ant. o poet. io féi o féo , tu fésti , egli fé , noi fémmo , voi féste , essi fénno o férono o féciono o féro); fut. io farò ecc. ; pres. congiunt. io fàccia ecc. ;...

leggi

fatta

s.f.  (1) specie, genere: gente di questa , di quella fatta ; ce n'era di ogni fatta  (2) male fatta , malefatta. 

leggi

fatta

s.f. (tosc.) escremento della selvaggina, che serve da traccia per il cacciatore | esser sulla fatta , (fig.) esser sulla traccia. 

leggi

fattaccio

s.m.  (1) pegg. di fatto (2) 2 crimine, delitto: il fattaccio avvenne di notte.  

leggi

fattamente

avv. (ant. , lett.) solo nelle loc. sì fattamente e così fattamente , in tal modo. 

leggi

fatterello

o fattarello , s.m.  (1) dim. di fatto (2) 2 avvenimento di scarsa importanza: un fatterello curioso.  

leggi

fattezze

s.f. pl.  (1) i lineamenti del viso, il sembiante: avere fattezze delicate , fini , grossolane  (2) (non com.) corporatura, forma del corpo: essere di fattezze leggiadre  (3) (ant.) forma. 

leggi

fattibile

agg. che si può fare; realizzabile, possibile s.m. ciò che si può fare: fare tutto il fattibile § fattibilmente avv. (non com.). 

leggi

fattibilità

s.f. l'essere fattibile; realizzabilità: la fattibilità di un progetto.  

leggi

fatticcio

agg. [pl. f. -ce] (lett.) robusto, atticciato, tarchiato: spose fatticce, in carne come vitelle di latte (viani). 

leggi

fattispecie

s.f.  (1) (dir.) situazione tipica definita in modo astratto e generale nella legge, e alla quale vengono collegate particolari conseguenze concrete: fattispecie penale  (2) nella fattispecie , caso concreto, fatto particolare di cui si parla: nella fattispecie, le misure di sicurezza non furono osservate.  

leggi

Sitemap