favolatore

s.m. [f. -trice] (ant. , lett.) narratore o scrittore di favole.

favola

s.f.  (1) narrazione con personaggi immaginari (per lo più animali, piante, esseri inanimati), che contiene un ammaestramento morale: le favole di esopo , di fedro ' la morale della favola , il suo insegnamento; per estens., il significato reale o profondo di un avvenimento o di una situazione. dim. favoletta  (2) (estens.) qualsiasi narrazione di fatti inventati; leggenda, fiaba (3) cosa inventata; fandonia, menzogna: son tutte favole! | chiacchiera, diceria; anche, oggetto di...

leggi

favolare

v. intr. [io fàvolo ecc. ; aus. avere] (ant.) (1) raccontare favole (2) discorrere, parlare. 

leggi

favoleggiamento

s.m. (non com.) il favoleggiare. 

leggi

favoleggiare

v. intr. [io favoléggio ecc. ; aus. avere] (non com.) raccontare favole o, per estens., cose favolose, immaginarie: si favoleggia della sua ricchezza.  

leggi

favoleggiatore

agg. e s.m. [f. -trice] (lett.) che, chi favoleggia. 

leggi

favolello

s.m. breve racconto in versi, tipico della letteratura medievale; fabliau. 

leggi

favolista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi scrive favole. 

leggi

favolistica

s.f.  (1) l'insieme delle favole di un'epoca o di un popolo: la favolistica medievale , nordica , orientale  (2) il genere letterario della favola | lo studio delle favole. 

leggi

favolistico

agg. [pl. m. -ci] relativo alle favole: la tradizione favolistica russa § favolisticamente avv.  

leggi

favolosità

s.f. (non com.) l'essere favoloso. 

leggi

Sitemap