favore

s.m.

1.  disposizione benevola verso qualcuno o qualcosa; approvazione, apprezzamento, adesione: avere , meritarsi , perdere il favore del pubblico ; un'iniziativa che ha riscosso un ampio favore popolare ; trovare , incontrare favore , piacere, riuscire gradito

2.  azione che si compie gratuitamente per compiacere qualcuno; cortesia, piacere: chiedere , ottenere , fare un favore | prezzo di favore , conveniente per chi compra | biglietto di favore , gratuito | firma di favore , nella cambiale, firma apposta per avallo | condizioni di miglior favore , quelle che, tra diverse disposizioni di legge o di contratto che regolano una stessa materia, risultano più favorevoli per una delle parti | a , in favore , a beneficio, a vantaggio: votare , testimoniare , intervenire a , in favore di qualcuno , di qualcosa ; giudizio , sentenza a favore , favorevole | mi faccia il favore! , per esprimere impazienza, ironia | per favore , formula di cortesia per chiedere qualcosa | lettera di favore , (ant.) lettera di raccomandazione. dim. favorino , favoruccio accr. favorone

3.  spec. pl. (antiq.) manifestazione d'amore con cui si corrisponde al desiderio della persona amata: il miglior piacere dell'amante è il poter raccontare con vanità i favori della sua bella (goldoni) | concedere i propri favori , divenire amante di qualcuno (detto di donna)

4.  aiuto, protezione, complicità: salparono col favore del vento ; fuggirono col favore delle tenebre.

favoreggiamento

s.m.  (1) (non com.) il favoreggiare, l'essere favoreggiato (2) (dir.) azione delittuosa che consiste nell'aiutare l'autore di un reato a sottrarsi all'accertamento delle sue responsabilità (favoreggiamento personale), o nel favorire l'autore di un reato nel godimento dei profitti materiali da esso derivati (favoreggiamento reale): favoreggiamento della prostituzione ; fu arrestato per favoreggiamento ' favoreggiamento bellico , reato commesso da chi, in tempo di guerra, favorisce le...

leggi

favoreggiare

v. tr. [io favoréggio ecc.] (non com.) aiutare, favorire | (dir.) commettere il delitto di favoreggiamento. 

leggi

favoreggiatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi favoreggia | (dir.) chi commette il delitto di favoreggiamento. 

leggi

favorevole

agg.  (1) che favorisce, che approva; che è in favore: sentenza , opinione favorevole ; essere favorevole a qualcosa ; giudizio favorevole , di approvazione (2) propizio, vantaggioso: circostanza , occasione favorevole § favorevolmente avv.  

leggi

accreditatario

s.m. [f. -a] (banc.) persona a favore della quale una banca apre un credito per conto di un cliente. 

leggi

brevilineo

agg. e s.m. [f. -a] si dice di tipo fisico in cui il normale rapporto fra la dimensione verticale e quella orizzontale è spostato a favore della seconda. 

leggi

auge

s.f. invar.  (1) (astron. rar.) apogeo (2) (fig.) punto più alto, grado massimo | in auge , al vertice, al culmine della fama e del favore del pubblico: essere , tornare , rimanere in auge.  

leggi

abbonare

v. tr. [io abbòno ecc.] fare un abbonamento a favore di qualcuno | abbonarsi v. rifl. contrarre un abbonamento: abbonarsi a un quotidiano , alla televisione.  

leggi

favorire

v. tr. [io favorisco , tu favorisci ecc.] (1) sostenere, aiutare, incoraggiare: favorire la riconciliazione di due amici ; favorire le arti | adoperarsi per qualcuno o qualcosa commettendo una parzialità (2) agevolare, facilitare, appoggiare: favorire un progetto , un'impresa ; favorire una richiesta , soddisfarla | detto di una previsione, essere favorevole: il pronostico favorisce la nostra squadra  (3) (antiq.) concedere con condiscendenza; far grazia, accontentare: vorreste...

leggi

favorita

s.f.  (1) l'amante di un potente: la marchesa di pompadour fu la favorita di luigi xv  (2) nelle società poligamiche, la moglie o la concubina preferita: la favorita del sultano.  

leggi

favoritismo

s.m. il preferire qualcuno a danno di altri | l'atto specifico con cui si accorda la preferenza a qualcuno a danno di altri: fare dei favoritismi.  

leggi

favorito

part. pass. di favorire agg. e s.m. [f. -a] (1) prediletto, preferito: montale è il mio poeta favorito ; tigellino fu il favorito di nerone  (2) (sport) si dice di atleta, cavallo, squadra che abbia maggiori probabilità di vincere una gara: partire favorito ; vincere battendo tutti i favoriti s.m. pl. basette folte, lunghe fino all'altezza del mento, caratteristiche della moda maschile dell'ottocento. 

leggi

Sitemap