feccia

s.f. [pl. -ce]

1.  deposito melmoso lasciato dal vino sul fondo della botte per sedimentazione, e contenente i sali di potassio e di calcio dell'acido tartarico | bere il calice sino alla feccia , (fig.) sopportare ogni amarezza fino all'estremo limite

2.  (estens.) ogni residuo che si sedimenta sul fondo di recipienti contenenti liquidi

3.  (fig.) la parte peggiore di qualcosa: la feccia della società

4.  pl. (ant.) feci.

fecciaia

s.f. apertura praticata sul fondo del mezzule, che consente di far uscire la feccia dalla botte. 

leggi

acarosi

s.f. alterazione del vino dovuta alla presenza di acari sull'uva, sulla feccia o sui tappi. 

leggi

feccioso

agg.  (1) pieno di feccia, impuro, torbido: vino , olio feccioso  (2) (ant.) spregevole, disgustoso: fresco, a cui li modi fecciosi della nipote dispiacevan fieramente. .. (boccaccio dec. vi, 8). 

leggi

fecciume

s.m. (non com.) (1) quantità di feccia (2) (fig.) gentaglia. 

leggi

Sitemap